menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Catania anonimo sul piano del gioco, pareggio con poche emozioni contro il Foggia

Gara incolore del Catania contro un Foggia a tratti padrone del campo. E' mancato solo l'acuto finale alla squadra di De Zerbi, bravi i centrali rossazzurri ad arginare gli attacchi. Gli etnei non riescono ad imbastire manovre di gioco interessanti

Calo fisico, infortuni? Potrebbero essere queste due spiegazioni plausibili per commentare ed interpretare una prova incolore del Catania contro un Foggia a tratti padrone del campo. E' mancato solo l'acuto finale alla squadra di De Zerbi, bravi i centrali rossazzurri ad arginare gli attacchi. Poco lucido il resto della squadra etnea che non riesce ad imbastire manovre di gioco interessanti.

LE PAGELLE

PALLINO DEL GIOCO IN MANO AL FOGGIA. Le due squadre si studiano nei primi 15 minuti di gioco. Il Foggia prova ad allargare il gioco sfruttando le corsie esterne, mentre il Catania verticalizza, senza trovare particolare fortuna in fase offensiva. Il primo sussulto arriva da calcio piazzato, con Musacci che chiede timidamente un calcio di rigore per un possibile braccio troppo largo in barriera. Sempre dai centrocampisti arrivano le prime conclusioni dalle parti di Narciso: l’estremo difensore del Foggia, al minuto 17, è costretto a superarsi dopo una bella conclusione a giro di Agazzi. Gli ospiti non restano a guardare e vanno alla conclusione, ancora con un centrocampista, Agnelli, che calcia a giro non lontano dai pali difesi da Bastianoni.

Il Foggia raddoppia le marcature e lavora bene in mezzo al campo, con un palleggio continuo e ragionato e un pressing alto che costringe il Catania a compiere un primo tempo attendista, disputato per larghi tratti nella propria metà campo. Bisogna infatti attendere il minuto 31 per rivedere un tiro in porta degli etnei tentato da Rossetti senza troppe pretese. La vera occasione da gol arriva al minuto 35. Calderini, in assenza di Falcone e Russotto, è l’unico in grado di accendere la luce in avanti. L’esterno rossazzurro riesce a farlo, liberando al colpo di testa ancora Agazzi, sempre presente e puntuale questa sera negli inserimenti. La sfera, in questa occasione, lambisce il palo. C’è tempo ancora per un’altra occasione: è il Foggia, al minuto 45, a rendersi pericoloso sugli sviluppi di un corner. Per fortuna del Catania la sfera colpita di testa si spegne sul fondo dopo aver scheggiato la traversa.

RIPRESA CON POCHE EMOZIONI. Il leitmotiv ad inizio ripresa è sempre lo stesso: il Foggia continua ad attaccare sugli esterni, in particolare sulla sinistra, con l'asse Di Chiara-Sainz Mazza che mette in difficoltà Parisi, poco aiutato in fase difensiva da Calderini. Il Catania soffre il fraseggio corto degli ospiti che dimostrano di avere ottimi palleggiatori. Manca solo l'acuto finale alla squadra di De Zerbi, mentre i rossazzurri sfiorano la rete con Calderini, che sciupa malamente una ghiotta occasione. Pancaro non cambia modulo e mantiene il 4-3-3 per tutto il match. Tra gli uomini entrati in campo, l'unico in grado di creare scompiglio è stato Plasmati, bravo a fare reparto da solo. Il resto solo buio e tanta confusione.

TABELLINO CATANIA-FOGGIA 0-0

Catania (4-3-3): Bastianoni, Parisi, Bergamelli, Pelagatti, Nunzella, Musacci (Russo 54'), Agazzi, Scarsella, Rossetti (Plasmati 70'), Calil, Calderini

Foggia: Narciso, Angelo, Di Chiara, Angelo (Bencivegna 22'), Agnelli, Loiacono, Gigliotti, Gerbo, Coletti, Iemmello, Sarno, Sainz Maza (Viola 23')

Ammoniti: Musacci, Di Chiara, Calil, Lo Iacono, Coletti

Spettatori: 10.049 (Paganti: 4.516-Abbonati: 5.533)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Sicurezza

Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

Ristrutturare

Parquet in casa: guida ai diversi tipi di legno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento