menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Buona la prima del Catania, cade la Juve Stabia al "Massimino"

Torna ad essere un fortino l'ex stadio Cibali di Catania. Spinto dal pubblico sugli spalti, l'undici di Pino Rigoli riesce a piegare la squadra allenata da Fontana, una tra le più attrezzate del torneo. Finisce 3-1

Il Catania vince e convince. Per il gioco espresso e per la profondità della rosa. Chi entra in campo nella ripresa riesce infatti a fare addirittura meglio dei titolari, con Fornito e Piscitella subito nel vivo del match e Di Cecco autore del 3-1. Un segnale importante che rafforza ulteriormente la dimensione del Catania in questo campionato.

REAZIONE IMMEDIATA. Parte bene la squadra di Rigoli che presenta Calil sulla trequarti e Russotto mina vagante tra le linee a supporto di Paolucci. Bergamelli ancora out perché non al meglio fisicamente. Il primo acuto che sblocca il match è però degli ospiti. I rossazzurri soffrono le trame imbastite dalla Juve Stabia sulla destra e da un cross pennellato di Marotta, arriva la zampata vincente di Lisi. Pisseri incerto nell’uscita nell’occasione, così come troppo statici i centrali di difesa.

Rigoli prova subito a cambiare la posizione in campo di Russotto, spostaldolo a sinistra, e alza invece il raggio d’azione di Silva. La chance arriva sugli sviluppi di un calcio d’angolo, con Calil che strozza la sfera in girata con il sinistro. Sfera che si spegne debolmente tra le braccia di Russo.

Gli uomini di Rigoli alzano i ritmi e negli ultimi 15 mintuti del primo tempo salgono in cattedra. Arriva prima uno squillo di Paolucci, poi la rete di Calil. Il brasiliano, tra i migliori nella prima frazione, raccoglie un lancio al bacio di Scoppa e fredda l’estremo difensore della Juve Stabia con un pallonetto morbido.

RIPRESA SUGLI SCUDI. Silva e Calil sono gli uomini che fanno girare il Catania. Lo fanno per l’ennesima volta nel gol che porta al raddoppio di Paolucci, lesto a sfruttare una ribattuta corta della difesa ospite. Una gioia quella del 2-1 che accende l’entusiasmo sugli spalti del “Massimino”. Il Catania continua ad insistere e lascia pochi spazi alla Juve Stabia che con il passare del match perde di imprevedibilità. Bravo Nava nelle diagonali difensive e il centrocampo degli etnei, bravo invece a fare filtro in ogni occasione.

Rigoli sforna dalla panchina cambi importanti in virtù di una rosa ampia costruita nella sessione di mercato estiva. Entrano così Fornito e Piscitella, vivi e pimpanti sin dalle prime battute, al posto di Paolucci e Biagianti. Senza soffrire particolarmente il Cataniua riesce infine a portare a casa una vittoria importante, maturata grazie ad un'organizzazione di gioco importante e alla qualità degli uomini chiave, su tutti Calil e la rivelazione Silva. Un inizio promettente di stagione.

TABELLINO CATANIA-JUVE STABIA (Lisi ’19- 37’ Calil- ’52 Paolucci- Di Cecco '90)

Catania: Pisseri, Nava, Drausio, Bastrini, Djordjevic, Silva, Biagianti ( 81 Piscitella), Scoppa, Russotto ('90 Di Cecco), Paolucci ('71 Fornito), Calil

Juve Stabia: Russo, Cancellotti, Morero, Amenta, Liotti, Salvi, Mastalli, Zibert, Marotta ('83 Rosafio), Del Sante, Lisi (Sandomenico ’60)

Ammoniti: Liotti, Morero

Espulsi: Salvi

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Le mascherine per proteggere la salute dei bambini

Sicurezza

Fughe delle piastrelle: i prodotti da utilizzare

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento