Uragano Catania, Lazio alle corde: i rossazzurri vedono la luce

Maiuscola la prova dei rossazzurri, capaci di tramortire la Lazio sul piano del gioco. Finisce 3-1 al "Massimino": adesso anche il Chievo è superato in classifica, attendendo le partite delle 15. Maran il vero artefice di una risalita vincente

Il Catania è tornato. La squadra vista nelle passate stagioni, che sembrava smaterializzata dopo la prima parte di campionato, può finalmente uscire a galla e tornare ad esprimere un calcio convincente. Tutto merito di Maran? Sicuramente il tecnico, richiamato alla base da Pulvirenti, è l'artefice della rinascita, almeno dal punto di vista psicologico. La prova è dettata dalle prestazioni convincenti di Castro, Spolli, elementi che sembravano aver smarrito la propria identità, in particolare nella gestione De Canio.

LE PAGELLE

CATANIA SPUMEGGIANTE. Pronti via. Castro pennella e Izco finalizza. Un'azione, questa, degna delle migliori opere d'arte. C'è persino tempo per un secondo gol nelle fasi iniziali, peccato che Keko va in gol, ma è in fuorigioco. Non mancano nemmeno le punizioni di Lodi nel menù del primo tempo. Un monologo rossazzurro quello della prima ripresa, sostenuto da un pubblico strepitoso sugli spalti. Tutto gira a perfezione.

Una prima crepa però si evidenzia dopo l'infortunio di Barrientos: una tegola questa che produce un'inevitabile involuzione in fase di creazione del gioco. Sarà solo un'impressione sbagliata. L'ultimo colpo, quello che non ti aspetti, arriva nei minuti di recupero ed è la cattiva sorte a sferrarlo. Quando la prima parte di gara sembra infatti scritta, ecco la beffa. Merito della Lazio o demerito del Catania? La difesa ha le sue colpe, Mauri infatti va in gol saltando indisturbato in piena area di rigore. Da rivedere la fase difensiva, almeno in questa occasione.

RIPRESA SPETTACOLARE. Spolli va in gol. Il Catania inizia sulla falsa riga del primo tempo. Nemmeno il tempo di sistemarsi che i rossazzurri bissano il risultato andando ancora in vantaggio. Sembra solo una parentesi il gol degli ospiti visto nei minuti finali del primo tempo. Ci pensa infatti Peruzzi a confermare la forza del Catania nella giornata odierna. Il terzino rossazzurro, autore di una prestazione importante, spegne le speranza biancocelesti andando in gol, servito al bacio da Keko. Resta la passerella finale in campo, con una Lazio arrendevole che non riesce a trovare nuova linfa vitale, nemmeno con i cambi operati da Reja. E' tripudio Catania, che ora rivde la luce e supera il Chievo in attesa delle gare delle 15.

TABELLINO CATANIA-LAZIO 3-1

Marcatori: Izco (1'), Mauri( 45'), Spolli (48'), Peruzzi (58')

Catania 4-3-3. Andujar, Peruzzi, Bellusci, Spolli, Alvarez, Rinaudo, Lodi (Plasil 78'), Izco 7,5, Barrientos s.v. (Keko 12'), Bergessio 6,5, Castro 7 (Rolin 80')
Lazio 4-2-3-1 Berisha, Konko, Biava (70' Keita), Dias, Radu, Biglia (Gonzalez 45'), Ledesma, Candreva, Mauri (Perea 70'), Lulic, Klose

Ammoniti: Lulic, Biglia, Keko, Konko, Radu

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento