Catania, Lo Monaco analizza il momento: "Attraverso fatica, ma nostro obiettivo è la B"

L'intervento dell'ad della società etnea durante il tradizionale incontro di fine anno con i giornalisti che raccontano quotidianamente le vicende rossazzurre, quest'anno tenutosi a "Il Borgo di Federico"

Nel cuore di Catania, a due passi dall’imponente Castello Ursino tanto caro ai catanesi, si è tenuto presso ristorante “Il Borgo di Federico” il tradizionale incontro di fine anno con i giornalisti che raccontano quotidianamente le vicende rossazzurre. L’Amministratore Delegato Pietro Lo Monaco, ringraziando i rappresentanti del mondo dell’informazione attenti alle sorti del Catania, ha evidenziato così la fondamentale importanza del dialogo, cruciale fattore di sviluppo dei progetti migliori:

"Possiamo incontrare difficoltà, come accade in questa fase della stagione, ma vogliamo ribadire che il nostro obiettivo è andare in Serie B: evidentemente dovrà accadere attraverso fatica, perché la Serie C è tremenda. A prescindere dai momenti più o meno brillanti, ad ogni modo, a noi interessa esclusivamente che il Catania lasci infine questa categoria. Quando si evidenzia un problema, svolgendo una funzione di discernimento che nessuno vuole negare, è importante prospettare una soluzione, non abbandonarsi al giudizio senza appello: questa non è e non vuole essere una lezione ma è l’espressione di uno stato d’animo, nella consapevolezza dell’importanza della condivisione. Da sempre, nel calcio, la compattezza dell’ambiente assume infatti un valore fondamentale per arrivare alle grandi conquiste: di conseguenza, vi chiedo di cercarla insieme a noi, mantenendo un’ottica costruttiva, e chiaramente formulo un simile auspicio nel pieno rispetto del vostro ruolo e delle vostre analisi. Auguri sinceri a voi ed alle vostre famiglie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento