Catania, Maran:"Sono un uomo di sport, non temo gli arbitraggi"

Queste le parole del tecnico ritornando sulla gara di Napoli. Intanto domani è attesa una trasferta ostica. Quale modulo dall'inizio? "Non importa, dipende dalla mentalità e dalla nostra identità" precisa

Il dubbio più grande è uno: con quale modulo il Catania scenderà in campo. Sarà 4-3-3 o 4-2-3-1? Maran, nella conferenza stampa alla vigilia della trasferta di Bergamo, precisa: “Abbiamo provato entrambi gli assetti di gioco. Siamo pronti o all’inizio o a gara in corso a variare disposizione in campo”

Poi aggiunge: “Non è una questione di modulo, ma un fatto identità e mentalità”. L’avversario di domani, però, non è da sottovalutare: “sarà una partita difficile” precisa il tecnico. La notizia più importante è una: il mister avrà a disposizione tutti. Anche Legrottaglie si è allenato regolarmente.

Atteso anche il ritorno dalla squalifica di Castro: “E' un giocatore che ha ampio margine di miglioramento - continua Maran - e partecipa a tutte e due le fasi, sia offensiva che difensiva”. Il suo impiego non dipende quindi dal modulo.

Punto forte dell’Atalanta? Sicuramente la forza offensiva. Servono quindi giocatori motivati, che possano rubare palla: “dobbiamo essere bravi ad arginare l’agonismo degli avversari e puntare nella fase di transizione, non concedendo spazi fondamentali e situazioni pericolose”. Una chiave tattica, questa, sottolineata con forza da Maran.

Questione Marchese. “Il giocatore è convocato” specifica l’allenatore, che sugli episodi arbitrali contro il Napoli, preferisce non commentare e afferma: “la rabbia non si è sbollita a distanza di una settimana, ma essendo un uomo di sport non devo temere degli arbitraggi. Noi andiamo sempre in campo con la massima fiducia in tutti”.

La stagione disputata fin qui è ottima, tanto che la Lega ha definito i rossazzurri come la squadra rivelazione. Maran però tiene a ricordare che “non devono esistere limiti, quindi può essere fatta sempre qualcosa in più”. Lo sperano tutti i tifosi etnei, già dalla partita di domani.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento