Catania, Maran: "Siamo felici di dare fastidio alle grandi"

Risponde così alle dichiarazioni di Guidolin in settimana. Poi aggiunge: "Vuol dire abbiamo rubato un po' di palcoscenico agli altri: cerchiamo di andare avanti su questa falsa riga, continuando a stupire"

Un'altra tappa storica si sta concretizzando in casa rossazzurra. Il famoso "clamoroso al Cibali", vista la classifica, potrebbe diventare un eco Europeo, già dalla prossima stagione. Maran è felice del momento e non lo preoccupano le dichiarazioni fatte in settimana da Guidolin, che aveva affermato di vedere con fastidio la posizione del Catania. "Felici di aver rubato il palcoscenico agli altri" ha affermato il tecnico del Catania.

Capitolo Parma: la sfida si presenta ostica e i dubbi di formazione non sono ancora risolti: "La soluzione Keko dal primo minuto - aggiunge Maran - è stata provata. Ricchiuti, invece, è un giocatore che dà sempre un contributo in ogni momento alla squadra. Non vuol dire che dall'inizio non possa partire"

Il momento di forma vissuto da Bellusci potrebbe essere un segnale di cambiamento nelle gerarchie difensive della squadra. Maran precisa: "Gli ho dato continuità perchè ritengo giusto premiare in certi momenti della stagione chi è sceso in campo meno. Non vuol dire che chi giocava ha fatto meno bene"

Il modulo potrebbe ormai diventare una costante. Il 4-2-3-1, dopo l'ultima prova disputata contro il Bologna, è segnale di un'impronta trasmessa dal tecnico ai giocatori in campo.

Nonostante la proiezione offensiva, anche la compatezza è aumentata: solo 3 gol subiti nelle ultime partite. "Abbiamo trovato una compattezza diversa - ribadisce Maran - anche Lodi si è perfettamente calato nel nuovo sistema di gioco"

Sulla gestione della classifica e della posizione il tecnico non ha particolari preoccupazioni. Non destano paura nemmeno le assenze contro il Parma di Almiron e Barrientos: "C'è soddisfazione e orgoglio - conclude Maran - per la classifica raggiunta e il contributo dato da tutti"

"Porsi obiettivi diversi - ha aggiunto il mister - è importante. Non dobbiamo scordare la realtà e le difficoltà che ci sono, ma vivere il quotidiano come abbiamo fatto fino ad ora"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento