"Soffrendo si vince", il Catania stringe i denti e raccoglie la prima vittoria

Finisce 2-1 la sfida del "Massimino", grazie alle reti di Rosina, dal dischetto, e Calaiò nella ripresa. La cura Sannino incide ancora poco sul piano del gioco, ma tanto nello spirito dei giocatori. Finale di sofferenza come a Crotone, servono gli uomini giusti per gestire meglio il pallone

Avrà comprato un nuovo manuale Sannino da far leggere e studiare a tutti i giocatori del Catania. "Soffrendo si vince", questo il titolo. Ne siamo certi. Perchè la squadra stenta ancora a decollare sul piano del gioco e anche stasera vive di momenti da parte di singoli. Prima Rosina, che al 2' minuto si procura un rigore e lo finalizza. Poi Calaiò, che nel momento migliore del Pescara, decide di fulminare Fiorillo a inizio ripresa, servito dall'assist di un sorprendente Jankovic, poi uscito per infortunio. Manca però ancora la giusta gestione della palla, le geometrie che non può garantire Capuano, uno che fino a ieri giocava da terzino. Ma il cuore e la grinta sembrano proprio non mancare ai ragazzi di Sannino, ecco perchè la cura, nonostante le difficoltà, ha portato ai primi tre punti del campionato.

LE PAGELLE

Si spera possa durare questo copione, anche se vanno registrati cali di tensione e gestione della partita. Come quelli del primo tempo, dove il Pescara è stato bravo a sfruttare disattenzioni difensive e la costante proiezione offensiva di Monzon, che spesso lascia varchi invitanti dietro. Il pareggio del Pescara arriva però su una disattenzione di Capuano, triplicato in marcatura e non predisposto al gioco-palla vicino l'area di rigore. Un piccolo accorgimento, che fino al recupero di Rinaudo Sannino dovrà attenzionare. La scelta di arretrare Martinho e Rosina a turno, non è sembrata poi così malvagia e nel secondo tempo ha dato i suoi frutti.

In fin dei conti contava vincere, è vero. Ma occorre eliminare attegiamenti ingiustificati di eccessivo nervosismo, che stasera, nelle fasi finali del recupero, hanno costretto il Catania a chiudere in 10 dopo l'espulsione di Gyomber. Sono tanti gli appunti e gli spunti per Sannino in settimana, ma la testa e la grinta, adesso, sono pronte per affrontare il campionato di serie b.

TABELLINO CATANIA PESCARA 2-1 (Rosina 2'- Melchiorri 15' - Calaiò 52')

Catania 4-3-3: Anania; Peruzzi, Gyomber, Spolli, Monzon; Jankovic ( 52' Leto), Capuano, Martinho; Rosina, Calaiò, Castro (Sauro).

Pescara 4-3-3: Fiorillo; Pucino, Pesoli, Zuparic, Zampano; Appelt, Guana, Bjarnason; Politano (Pogba) , Melchiorri, Caprari ( 75' Pasquato)

Ammoniti: Gyomber, Monzon, Calaiò (Catania), Pucino, Pesoli, Appelt (Pescara).
Espulsi: Gyomber, doppio giallo

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento