Sport

Catania, dottor Jekyll e mister Hyde: Roma tramortita al "Massimino"

Il Catania passa dal 4-0 di Verona al 4-1 contro la Roma. Un dato calcistico da follia pura. Adesso sarà decisiva la sfida contro il Bologna. Izco, Bergessio e Barrientos mantengono vive con le loro reti le flebili speranze salvezza. Situazione impensabile prima del match odierno

Catania stellare in campo. Roma tramortita per 90 minuti. I rossoazzurri riaccendono le speranze salvezza e si preparano alla sfida decisiva contro il Bologna, in trasferta. Come spiegare un cambiamento così radicale rispetto al 4-0 di Verona? Buona parte del merito va sicuramente al tecnico Pellegrino, bravo a sfoderare la mossa Barrientos sulla linea mediana e a ridare imprevedibilità in fase offensiva grazie alle sortite di Castro. Demerito anche di una Roma irriconocibile che alza bandiera bianca e regala così lo scudetto alla Juventus.

CATANIA ARREMBANTE. Partita molto tattica sin dai primi minuti, con un Catania ordinato e perentorio a sprazzi. Dall'altro lato la Roma si limita a far girar palla e si presenta al tiro solo dopo 20 minuti. Debole il destro di Pjanic, tra le braccia di Frison. I rossoazzurri convincono e passano addirittura in vantaggio con un'azione da manuale. Bergessio, Castro, Leto e Izco. Un asse perfetto che porta al gol il capitano degli etnei. Qualcosa di strano nell'aria si percepisce: mentre fuori dallo stadio continuano i ripetuti lanci di bombe carta da parte del tifo organizzato in protesta, in campo è tutta un'altra storia. Il Catania continua a pungere e Izco mette dentro addirittura la doppietta personale. Solo a questo punto la Roma si sveglia e va in rete con Totti: gol però viziato da fuorigioco.

ROMA TRAMORTITA. Il Catania è in palla anche nel secondo tempo. Roma assente e in balia delle ripartenze rossoazzurre. Ci pensa allora Bergessio a sfruttare una corta respinta di De Santis, siglando l'8 gol in stagione e alimentando le speranze di salvezza del Catania. La Roma non è mai in palla: Gervinho non punge e la retroguardia si dimostra impacciata per tutto il match. La partita è tutta un monologo rossoazzurro: come è possibile spiegare questa evoluzione dopo la batosta di Verona? Difficile rispondere, l'unica certezza è che la sfida di Bologna sarà adesso decisiva. L'esito finale dipenderà molto anche dai risultati del Sassuolo: due vittorie nelle ultime due gare potrebbero infatti non bastare al Catania

TABELLINO CATANIA-ROMA 4-1 (Izco doppietta, Bergessio, Barrientos, Totti)

Catania (4-3-3) Frison 6,5, Peruzzi 6,5, Rolin 6, Gyomber 5,5, Monzon 6, Izco 7,5, Rinaudo 7 (Lodi 80'), Barrientos 6, Castro 6 (Biraghi 81'), Leto 6 (Plasi 64'), Bergessio 6,5
Roma (4-3-3) De Sanctis, Maicon, Romagnoli, Castan (Benatia 57'), Dodò, Taddei (Gervinho 40'), De rossi, Pjanic, Florenzi, Totti, Ljajic (Bastos 57')

Ammoniti: Dodò, Romagnoli, Rinaudo, Bastos

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catania, dottor Jekyll e mister Hyde: Roma tramortita al "Massimino"

CataniaToday è in caricamento