Pari Catania, black out nel secondo tempo: il copione si ripete

Finisce 2-2 tra Catania e Spezia. Come già successo contro il Frosinone, i rossazzurri crollano dopo i primi 10 minuti della ripresa. La stanchezza paralizza la squadra e chi subentra dalla panchina non riesce a far tenere alti i ritmi di gioco. Il possesso palla lo dimostra

Catania perfetto nei primi 50 minuti di gioco. Stratosferico. Dopo il gol di Maniero subentra la stanchezza e i giocatori che entrano dalla panchina non riescono a far mantenere alti i ritmi di gara. Difficile comprendere le cause dell'involuzione Catania nei secondi tempi, ma la doppia sfida contro Frosinone e oggi contro lo Spezia parla di un dato allarmante. Diversa la situazione degli avversari: Frosinone e Spezia, grazie ai cambi, riescono infatti a tenere alti i ritmi e addirittura a giocare meglio.

Il Catania ha invece un doppio volto: quello della prima parte di gara e quello del restante match. Lo testimonia il possesso palla, vertiginosamente diverso.

LE PAGELLE

CATANIA ARREMBANTE. L'episodio che fa discutere capita al minuto 18, quando Brezovec, già ammonito, atterra platealmente Capuano in mezzo al campo. L'arbitro lo grazia. Il match vive intanto di folate improvvise, da una parte e dall'altra. Occorre arrivare alla mezz'ora di gioco per assistere ad una pressione più costante dei rossazzurri. Forse un pò tardi, vista l'importanza della gara. Le occasioni fioccano però nell'ultima parte della prima frazione. Calaiò e Rosina salgono in cattedra e Chichinzola è chiamato a fare il fenomeno, ipnotizzando Mazzotta, che spara addosso all'estremo difensore dello Spezia. Il Catania si rende pericoloso anche da palla inattiva: Rosina con il sinistro lambisce il palo sugli sviluppi di un calcio piazzato, mentre Schiavi, dopo uno stacco imperioso, crea pericoli, così come Ceccarelli che calcia a lato sugli sviluppi di un corner. La pressione si infrange nel muro eretto dagli ospiti, bravi sempre a ripartire in contropiede.

MANIERO GOL, POI IL BUIO. Mazzotta fa il fenomeno e sforna ben due assist decisivi oggi, ma in due fasi diverse della gara. Prima per il gol di Maniero dell'1-0. Dopo per il gol disperazione del 2-2 siglato da Calaiò, che evita l'ennesima sconfitta dei rossazzurri. La squadra si sfilaccia nell'ultima mezz'ora del match e perde il pallino del gioco. Il possesso palla si ribalta in favore degli ospiti, che dai cambi traggono nuove forze, a differenza del Catania. Marcolin getta nella mischia Sciaudone e Chrapek, ma il ritmo della squadra scende lo stesso e la stanchezza prende il sopravvento. I protagonisti della squadra  patiscono gli avversari e vengono a galla i problemi. Così è stato già contro il Frosinone, così si conferma oggi. Ci pensa poi anche Gillet, che uscendo a vuoto regala la rete del  momentaneo 1-1: errore inusuale e strano, così come il secondo tempo del Catania.

TABELLINO CATANIA-SPEZIA 2-2 (Maniero 52', Datkovic 71', Migliore 89', Calaiò 90')

Catania(3-4-1-2): Gillet, Schiavi, Ceccarelli, Capuano, Del Prete (Sciaudone 60'), Rinaudo, Escalante (Chrapek 75'), Mazzotta, Rosina, Calaiò, Maniero (Rossetti 86')

Spezia (3-5-2): Chichizola, Piccolo, Bianchetti, Datkovic, Migliore, Juande, Brezovec, Bakic, Madonna, Situm, Catellani.

Ammoniti: Brezovec, Escalante, Del Prete, Piccolo, Calaiò

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento