Catania, presentato Tavares: si prova l'assalto a Pozzebon

"Stiamo concentrando tutte le nostre forze sui due prossimi impegni casalinghi contro Reggina e Matera" spiega il neo attaccante rossazzurro. Intanto sul mercato gli ultimi giorni potrebbero rivelarsi turbolenti

foto calciocatania.it

Dal settore giovanile dello Sporting Lisbona alla struttura di Torre del Grifo. Tavares torna indietro nel tempo con la memoria e trova dei parallelismi tra il centro sportivo rossazzurro, uno dei più importanti d'Italia, e l'Accademia di Lisbona, dove il giocatore è cresciuto calcisticamente, muovendo i primi passi. E con uno sguardo si proietta subito al futuro. Concentrato e determinato: "Stiamo concentrando tutte le nostre forze sui due prossimi impegni casalainghi contro Reggina e Matera" spiega l'attaccante ex Catanzaro nella conferenza stampa di presentazione di oggi.

Il centravanti ha voglia di lasciarsi alla spalle il periodo poco felice trascorso al Catanzaro. "Potevo far meglio con loro, sono abbastanza autocritico. La mia missione, anche qui a Catania, è sempre quella di fare gol". La società di via Magenta aveva già provato ad acquisire il cartellino del giocatore: "in estate c'erano già stati dei contatti" confessa Tavares.

CALCIOMERCATO. Intanto sul mercato gli ultimi giorni potrebbero rivelarsi turbolenti. Russotto, sfumata la pista Foggia, è destinato a rimanere a Catania. Chi torna prepotentemente in orbita rossazzurra è invece Pozzebon. Il centravanti in forza al Messina è tallonato però anche dal Matera. Resta viva anche l'ipotesi Lodi: non semplice però strappare il giocatore dalla piazza friulana. Calil, non convocato contro il Fondi, è sempre nella lista dei possibili partenti.

A lasciare ufficialmente la casacca rossazzurra, infine, è De Santis, destinazione Paganese. Il club etneo è pronto ad accogliere in rosa un nuovo under per sostituire il giocane scuola Milan.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

Torna su
CataniaToday è in caricamento