Domenica, 19 Settembre 2021
Sport

Catania in ginocchio contro il Teramo: poche idee, manca pericolosità

Una gara giocata sulla falsa riga di quella vista contro il Palermo, con la squadra rossazzurra andata sotto nel punteggio e incapace di recuperare la partita e di imbastire manovre pericolose

Il Catania esce a testa bassa nella sfida contro il Teramo. Squadra sfilacciata e prevedibile quella andata in campo contro il gruppo allenato da Massimo Paci. La squadra rossazzurra va in svantaggio nel primo tempo e non riesce poi a recuperare il match. Una gara giocata sulla falsa riga di quella vista contro il Palermo, con la squadra rossazzurra andata sotto nel punteggio e incapace di recuperare la partita e di imbastire manovre pericolose. Centrocampo in difficoltà, con numerosi tentativi di lanciare palla lunga, rinforzati nel secondo tempo con l'ingresso in campo di Sarao, abile nelle palle aeree. I tentativi dalle parti della porta avversaria latitano e tolto un tiro di Pinto, nel secondo tempo gli etnei non trovano il modo di rendersi pericoloso. Una battuta d'arresto che avvolge di nubi il finale di stagione. Unica nota lieta il recupero di Piccolo, in campo negli ultimi 15 minuti.

TABELLINO CATANIA-TERAMO 0-1 (aut. Confente 29')

Catania (3-5-2): Confente, Sales, Claiton, Giosa (Piccolo 74′) Albertini (Calapai 58′), Dall’Oglio, Rosaia (45′ Reginaldo), Welbeck (Maldonado 68′), Pinto, Di Piazza (Sarao 58′), Russotto. A disposizione: Martinez, Tonucci, Zanchi, Calapai, Izco, Maldonado, Manneh, Sarao, Piccolo, Vrikkis. Allenatore: Raffaele.

Teramo (4-2-3-1): Lewandowski, Vitturini, Diakite, Piacentini, Tentardini, Santoro, Arrigoni; Ilari, Bombagi (Gerbi 85′), Costa Ferreira; Pinzauti (Mungo 74′).

Ammoniti: Welbeck, Giosa; Vitturini

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Catania in ginocchio contro il Teramo: poche idee, manca pericolosità

CataniaToday è in caricamento