Bergessio illude, Farnerud e Immobile spazzano via ogni speranza

Sconfitta decisiva quella rimediata dal Catania. Finisce 2-1 in rimonta per il Torino: serie b ad un passo, manca solo l'ufficialità. Inutile un primo tempo importante, con il gol nei minuti iniziali del centravanti argentino. Ennesima gara di una stagione da dimenticare

Adesso basta. E' inutile sperare. Di fronte il binario che porta alla serie b. L'ultimo treno utile per la salvezza è riuscito invece ad ottenerlo il Sassuolo, vittorioso in trasferta contro l'Atalanta. Il Catania ha illuso solo per un tempo: vantaggio lampo di Bergessio, poi lo stesso copione visto in altre occasioni, su tutte nella gara Sassuolo-Catania, con un secondo tempo da incubo. La retrocessione è adesso virtuale: manca solo l'ufficialità.

ILLUSIONE BERGESSIO. Pressing asfissiante nella metà campo del Torino e inizio spumeggiante da parte del Catania. Maran dimostra di aver preparato bene la sfida contro i granata e inventa due mosse a sorpresa: Monzon in fase offensiva e Rolin a sinistra per neutralizzare le sortite offensive di Cerci. I risultati si vedono subito, complice anche lo svarione di Moretti che facilita il compito di Bergessio, bravo ad insaccare la sfera dopo l'assist al bacio di Barrientos. Il Catania mette alle corde un Torino irriconoscibile. Le uniche azioni imbastite dalla squadra di Ventura partono infatti dai piedi di Cerci e Immobile.

Altro punto chiave, decisivo per tutto il primo tempo, è stato il settore di centrocampo. Qui il Catania, grazie soprattutto al momento di forma di Plasil, è riuscito a neutralizzare la manovra degli ospiti, ripartendo spesso con i tempi giusti. Pessima la prestazione di Tachtsidis, ex di turno in questa occasione. Sorprende il cambio deciso da Maran, che toglie prima della fine del primo tempo Peruzzi. Scelta però saggia, visto il giallo rimediato dal terzino rossazzurro.

CROLLA IL CATANIA. Il Catania entra negli spogliatoi e sparisce. Una situazione già vista contro il Sassuolo. Ci pensa prima Andujar a salvare il risultato, poi i granata prendono il sopravvento e spazzano via le blande certezze alimentate nei primi 45' minuti dal Catania. Male la linea difensiva, con due amnesie colossali che regalano la gioia prima a Farnerud, poi a Immobile. Male anche l'intensità di gioco, mai costante per tutti i 90' minuti in tutto il corso della stagione. Una squadra, quella allenata da Maran, che alle prime difficoltà ha sempe dimostrato di sgretolarsi. Oggi, dopo l'ennesimo ko, le speranze sono del tutto svanite. E la retrocessione è ad un passo.

TABELLINO CATANIA-TORINO 1-2 (Bergessio, Farnerud, Immobile)

Catania (4-3-3):  Andujar; Peruzzi (Biraghi 42'), Gyomber, Bellusci, Rolin (Spolli 72'); Izco, Lodi, Plasil; Barrientos (Castro 74') Bergessio, Monzon.

Torino (3-5-2): Padelli; Bovo, Glik, Moretti; Maksimovic (Meggiorini 65'), Kurtic (Farnerud 32'), Tachtsidis, El Kaddouri, Darmian; Cerci (Basha 90'), Immobile

Ammoniti: Peruzzi, Darmian, Rolin, Maksimovic, Glik

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Bancarotta fraudolenta, sotto sequestro 3 ristoranti: arrestato il titolare del "Cantiniere"

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento