Calcio Catania e Torre del Grifo, incontro con i lavoratori: la situazione

Il centro polifunzionale va verso la riapertura tra norme anti Covid-19 da far rispettare e periodo di cassa integrazione trascorso da tutti i lavoratori. Mercoledì 3 giugno la prima tappa decisiva

Nei giorni scorsi, all'interno del quadro più ampio relativo alla sentenza del tribunale e all'ammissibilità del concordato in bianco per il Calcio Catania, avevamo aperto una breve parentesi su Torre del Grifo, sottolinenado come la struttura fosse ancora chiusa a differenza di altre palestre già agibili dopo il periodo di pandemia da Covid-19.

La situazione sembra adesso aver fatto dei passi in avanti, ma restano da capire le condizioni relative alla ripresa delle attività. Ci sono infatti le norme anti Covid-19 da far rispettare, come previsto dal protocollo sanitario, e quindi la conseguente messa in sicurezza dell'impianto. E resta da delineare anche la situazione dei lavoratori dopo il periodo di cassa integrazione. 

CataniaToday ha interpellato Rita Ponzo, segretaria provinciale della Fisascat-Cisl per avere un aggiornamento della situazione.

"L'azienda sembra si stia organizzando per riaprire, una riapertura che dovrà avvenire chiaramente a norma per quanto riguarda i protocolli di sicurezza legati al Covid, sia per quanto riguarda l'affluenza dell'utenza e dal punto di vista dei lavoratori" conferma il segretario Fisascat-Cisl.

Mercoledì 3 giugno ci sarà l'incontro tra i lavoratori e l'azienda. "Noi come organizzazione sindacale abbiamo firmato l'integrazione salariale chiesta per tutto questo periodo di chiusura" aggiunge Rita Ponzo. Il termine tecnico, per delineare questa forma di sussidio per i lavoratori, è Fis, Fondi d'integrazione salariale, uno strumento di sostegno al reddito in caso di cessazione dell'attività. Sostegno a cui non è stata chiesta proroga: si va quindi verso la possibile riapertura della struttura.

Da alcune indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione ci sarebbero arretrati negli stipendi dei lavoratori che il Catania sembra voglia iniziare a saldare. La nostra redazione ha tentato di mettersi in contatto con il presidente del Calcio Catania, Gianluca Astorina, che non si è reso però reperibile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

  • Ritrovato cadavere di un uomo carbonizzato: indagano i carabinieri

  • Un incendio per disfarsi delle cimici, smantellate due piazze di spaccio: 16 arresti

Torna su
CataniaToday è in caricamento