Il Catania torna alla vittoria: Pecorino e Welbeck stendono la Vibonese

In gol vanno Welbeck nel primo tempo e Pecorino nella ripresa. Buona la prova di Reginaldo, bravo a dialogare con i compagni e a legare i reparti tra loro.

Il Catania torna ai tre punti. Contro la Vibonese finisce 2-1. Si ritorna allo stadio Massimino per la sfida contro la Vibonese. Approccio alla gara ben fatto dai rossazzurri rispetto alle precedenti gare. In gol vanno Welbeck nel primo tempo e Pecorino nella ripresa. Buona la prova di Reginaldo, bravo a dialogare con i compagni a legare i reparti tra loro. Funzionano anche le corsie esterne e l'asse Pinto-Zanchi, soprattutto nel primo tempo. 

La Vibonese ritorna nel finale e mette apprensione al Catania con Plescia che va in gol. Raffaele viene cacciato dal direttore di gara dopo il suo ingresso in campo.

Una vittoria, quella conquistata dai rossazzurri, di carattere e cuore, nonostante alcune difficoltà che ancora emergono in alcuni momenti della gara, ma quello che contava oggi era conquistare la vittoria con ogni mezzo possibile. 

TABELLINO CATANIA-VIBONESE 2-1 (Welbeck 21' Pecorino 64'; Plescia 88')

Catania (3-5-2) Martinez, Sivestri, Claiton, Zanchi, Albertini, Welbeck, Maldonado (Izco 80′), Dall’Oglio (Rosaia 51′), Pinto (Biondi 51′) , Reginaldo (Calapai 80′), Pecorino (65′ Emmausso).

Vibonese (3-5-2) Mengoni, Sciacca, Redolfi, Bachini, Ciotti, Laaribi, Ambro (Montagno Grillo 51′), Tumbarello, Mahrous (Radi 71′), Spina (La Ragione 71′), Plescia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento