Nel secondo tempo la scossa del Catania, Sannino: "Importante vincere"

La partita si infiamma nella ripresa dopo un primo tempo a reti inviolate. Finisce 3-1 per i rossoazzurri. Una vittoria importante sul piano della classifica, ma soprattutto del morale come sottolinea mister Sannino. Episodi favorevoli e giocate importanti nella giornata odierna, da rivedere però il primo tempo

Tre punti d'oro in casa Catania. Per il morale, per la classifica e per rivitalizzare la testa dei giocatori. Dopo un primo tempo al di sotto delle aspettative, nella ripresa il Catania trova la scossa e trascinata da un superlativo Calaiò trova addirittura tre gol. Il Vicenza segna solo nel finale il gol della bandiera. Adesso si attende una continuità di risultati a partire dalla prossima gara interna.

LE PAGELLE

INIZIO BLOCCATO. Parte meglio il Vicenza. La squadra di Lopez fa girare bene il pallone e prova ad impensierire Frison nei primi minuti con un tiro dalla media distanza da parte di Cocco. Il Catania fatica invece a velocizzare la manovra di gioco: manca infatti il primo passaggio e l’uomo in grado di dettare i tempi. In fase di interdizione fanno invece la differenza Rinaudo ed Escalante, bravi a spezzare le manovre degli avversari.
I rossoazzurri si affacciano dalle parti di Bremec al 10’ minuto, Martinho cincischia troppo sul pallone e sfuma una potenziale occasione da rete. La partita stenta però a decollare e dopo la quiete, circa alla mezz’ora, arriva un brivido dalle parti di Frison. Cocco, lasciato colpevolmente solo dentro area, sfrutta un rimpallo fortunoso in mischia, ma calcia però alle stelle da buona posizione. Il finale di tempo si conclude con una punizione velenosa calciata da Calaiò. E’ il preludio questo per l’inizio scoppiettante della ripresa.

CATANIA AGGUERRITO. Il numero 9 del Catania fa il fenomeno e con una rovesciata imbecca Cani che a porta vuota non può fallire. Vantaggio Catania e scossa psicologica, quella tanto attesa da Sannino e non pervenuta nel primo tempo. Passano pochi minuti infatti e Martinho si procura un rigore, il terzo della stagione. Ma è ancora Rosina a fallire, proprio in un momento delicato della partita. In occasione del penalty il Vicenza in 10 e il Catania nei minuti successivi, in virtù della superiorità numerica, si scrolla di dosso le paure iniziali e inizia a giocare con fluidità. Ci pensa allora Rosina a farsi perdonare, procurandosi un ulteriore calcio di rigore. A trsformarlo ci pensa il bomber Calaiò, sarò poi Martinho ad arrotondare il risultato prima del gol della bandiera da parte del Catania.

SANNINO. "L'importante era vincere" esordisce così Sannino nel post-gara. Il tecnico spende poi elogi per Calaiò, ma punta il dito e attenzione sulla pretazione nel primo tempo: "All'inizio della gara un pò di paura e di pressione ci ha bloccati. Nella ripresa la testa ha funzionato nei ragazzi. Dobbiamo capire se questi 3 punti sono importanti davvero per uscire da questa situazione non facile"

Episodio rigore. "La voglia di più uomini di calciare il rigore è un sintomo positivo, va dal dischetto chi se la sente e ha personalità. Per questo motivo prima ha calciato Rosina e subito dopo, nell'altro rigore, Calaiò".

Sul modulo visto oggi in campo, il 4-4-2, Sannino dichiara: "Preferisco giocare con le due punte, adesso dobbiamo piano piano assimilare questo sistema di gioco e farlo diventare un meccanismo nostro". Elogi poi nei riguardi di Escalante, "può darci tanto". Riguardo a Cani: "Voglio da lui un approccio più volitivo"

TABELLINO CATANIA-VICENZA 3-1
Catania: 4-4-2 Frison, Peruzzi, Sauro, Capuano, Monzon, Escalante (Jankovic 85'), Rinaudo, Rosina, Martinho, Cani (70’ Marcelinho), Calaiò
Vicenza(3-5-2): Bremec, Gentili, Figliomeni, Garcia Tena, Laverone, Cinelli, Di Gennaro, Sciacca (Sbrissa 52’), Sampirisi, Ragusa ( 25’ Lores Varela), Cocco (Spiridonovic 75’)

Ammoniti: Cani (C), Cinelli (V)

Espulsi: Sbrissa (V)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento