Catania ancora "vivo", Varese e recupero infortunati le chiavi per ripartire

La prima certezza rispolverata in occasione della sfida con gli irpini si chiama 4-3-3. L'avversario non certamente proibitivo, quale il Varese, obbliga la squadra a cercare i tanto sperati primi 3 punti fuori casa. Il recupero infortunati arriverà dopo la sosta pasquale, dando nove soluzioni a Marcolin

Contava vincere contro l'Avellino come è stato ripetutamente detto. Tre punti conquistati non in maniera esaltante, ma fondamentali in prospettiva futura. La prima certezza rispolverata da Marcolin in occasione della sfida con gli irpini si chiama 4-3-3. Un modulo accantonato dopo le vittorie contro Pro Vercelli e Perugia e ritrovato ieri nel successo casalingo firmato Calaiò. La trasferta di Varese, in programma giovedì, sarà l'ennesimo banco di prova lontano dalle mura amiche. Fino ad oggi, inutile ribadirlo, è stato pessimo il rendimento in trasferta dei rossazzurri, ma un avversario non certamente proibitivo, quale il Varese, obbliga la squadra a cercare i tanto sperati primi 3 punti fuori casa.

Necessario farlo per uscire dalla bagarre della zona retrocessione, ancora occupata dai rossazzurri che stazionano, nonostante la vittoria conquistata ieri, al terz'ultimo posto. Il recupero degli infortunati arriverà soltanto dopo la sosta pasquale. Altro segnale importante in vista del derby interno contro il Trapani e del rush finale di stagione. Coppola darà l'opportunità di ricostruire il solido centrocampo visto nelle prime uscite del girone di ritorno, in coppia con Rinaudo e Sciaudone. Evitando magari di subire i bruschi cali visti nei secondi tempi delle partite. Belmonte rappresenta una chance di duttilità, con l'ex Udinese in grado di far rifiatare Del Prete a destra e sostituire, quando necessario, il duo Ceccarelli-Schiavi. Infine il brasiliano Martinho, che salvo i tempi logistici necessari per tornare in forma, potrà dare a Marcolin una chiave di lettura importante per passare al 4-3-3 puro, con due esterni abili a saltare l'uomo. Soluzioni queste che, si spera, portino la squadra a portare a segno un filotto di vittorie, necessario per scongiurare lo spettro della lega pro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento