Cessione Catania, Pellegrino: "Andiamo avanti con il nostro progetto per salvare la matricola"

La redazione di CataniaToday ha cercato di fare il punto della situazione interpellando uno dei due membri di punta del Comitato per l'acquisizione del Calcio Catania, provando a tirare le somme in quello che potrebbe rivelarsi il mese decisivo dopo un lungo periodo di interlocuzione

La trattativa sulla possibile cessione del Calcio Catania è entrata in una nuova fase dopo la decisione del Comitato di costituirsi in Spa. Novità a cui ha fatto seguito una comunicazione ufficiale di Finaria.

Dalla firma iniziale del patto di riservatezza e successivi comunicati ufficiali del Comitato, rappresentato dalle figure di Fabio Pagliara e Maurizio Pellegrino, è già trascorso del tempo. La redazione di CataniaToday ha cercato di fare il punto della situazione interpellando proprio uno dei due membri di punta del Comitato per l'acquisizione del Calcio Catania, Maurizio Pellegrino, per tirare le somme in quello che potrebbe rivelarsi il mese decisivo dopo un lungo periodo di interlocuzione tra le due parti in causa.

Partiamo dal comunicato di Finaria. Il cambio di strategia da voi intrapreso è stato sottolineato anche lì. Siamo ad un punto di svolta, trapela ottimismo?

"Non trapela nulla. Credo ci sia poco da aggiungere. Il nostro sforzo andava fatto e lo abbiamo ben spiegato e rimarcato nel nostro comunicato"

Vorremmo sottolineare un altro punto nel comunicato di Finaria che si dice lieta finalmente di conoscere l'identità dei soggetti della cordata. Credo però il Catania dopo una prima fase interlocutoria potesse già conoscere l'identità dei soggetti coinvolti, c'è stato un cambiamento da questo punto di vista rispetto alla fase precedente?

"Quello che pensano a noi non interessa. Pensiamo ad andare avanti per la nostra strada, ci sono regole, norme e leggi da rispettare. Speriamo si possa arrivare in tempi strettissimi ad una conclusione, i tempi sono realmente stretti per far fronte successivamente ad una programmazione e un progetto importante che richiede criteri e tempi per attuarlo"

Toccando il tasto tempistiche, da lei sottolineato per quanto riguarda la programmazione. C'è una data oltre la quale vi siete prefissati di non andare?

"Più di accelerare in questo senso non possiamo fare, prima si arriva ad una conclusione e meglio è"

La possibile modifica del format del campionato di serie b, potrebbe cambiare tempistiche nella trattativa e anche, secondo lei, un cambio di atteggiamento, più attendista, da parte del Catania?

"Non lo so, in questo momento tutti gli sforzi sono rivolti a cercare di arrivare al closing, tutto quello che subentrerà in seguito non possiamo prevederlo. Il virus ha creato non pochi scompensi. Non sappiamo quando inizieranno i campionati e come potranno essere strutturati, non sappiamo nemmeno quando i tifosi potranno tornare allo stadio. Oggi l'unica cosa che conta è che tutti i pensieri e gli sforzi devono essere instradati alla salvezza della matricola e di questa società. Se si pensa ad altro si sbaglia, oggi bisogna solo pensare a questo, i tempi sono veramente stretti"

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il nostro comunicato e quello che stiamo facendo credo sia chiaro - conclude Pellegrino - Oggi è importante essere il più celeri possibile, altrimenti c'è un serio pericolo per la matricola. Bisogna pensare solo ed eclusivamente a questo e ad arrivare il prima possibile alla chiusura"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Acqua: quando berla per dimagrire

  • Via Capo Passero, agguato a un 33enne gambizzato davanti casa

  • Operazione antimafia dei carabinieri, disarticolato il clan “Brunetto”: 46 arresti

  • Svaligiano casa dei futuri sposi: denunciati i vicini

  • Picanello, scoperto deposito per il riciclaggio di auto rubate: 4 arresti

  • Ritrovato al Maas lo squalo Mako: denunciato il commerciante

Torna su
CataniaToday è in caricamento