Il club etneo presenta l'allenatore Montella

Nella sala conferenze di Torre del Grifo, il Presidente Pulvirenti e l'Amministratore Delegato Lo Monaco, presentano alla stampa l'allenatore Vincenzo Montella

Nella sala conferenze della sede sociale del Calcio Catania, Torre del Grifo, il Presidente Pulvirenti e l'Amministratore Delegato Lo Monaco, hanno presentato alla stampa l'allenatore Vincenzo Montella, che ha sottoscritto un contratto biennale.

In apertura, l'intervento del Presidente Pulvirenti ha ricostruito le tappe d'avvicinamento al nuovo condottiero rossazzurro: "Consentitemi anzitutto un cenno di ringraziamento a Giampaolo e Simeone, predecessori di Montella, per l'importante contributo offerto alla nostra causa nel 2010/11. Due, i concetti che voglio ribadire adesso: anzitutto, mai come quest'anno io ed il direttore Lo Monaco siamo stati concordi nella scelta: non appena abbiamo percepito la sensazione di una possibile interruzione del rapporto con Simeone abbiamo immediatamente pensato a Montella; poi, la scelta del nuovo allenatore si è basata sulle sue risorse in termini di capacità, umiltà e forza, così come sull'amore per lo sport che ha dimostrato mettendosi subito alla guida dei giovanissimi e non aspettando la grande occasione per intraprendere la nuova carriera. Benvenuto, mister".

L'Amministratore Delegato Pietro Lo Monaco ha evidenziato così le qualità di Montella: "Bravo, giovane e motivato, a Catania e col Catania potrà crescere: mi auguro che ogni tutti possano dare al mister un prezioso supporto. L'emozione del Presidente fa piacere, vuol dire che crede profondamente nelle capacità del nostro nuovo allenatore. Ci muoviamo in un contesto di competitività esasperata, siamo attrezzati per lavorare al meglio, soffrire e perseguire l'obiettivo, che rimane lo stesso, mantenere la categoria. Ne abbiamo un altro, riempire lo stadio: il prezzo degli abbonamenti sarà ridotto, ci aspettiamo una grande partecipazione ed una bella risposta per andare oltre il vistoso calo delle tessere, invertire la tendenza e far tornare al Massimino lo spettacolo dei giorni migliori. La società è forte ed ha l'entusiasmo di sempre, un entusiasmo che prescinde dai risultati e si fonda sul grande senso d'appartenenza: pensate, gli uomini dello staff medico e sanitario sono qui, oggi, nonostante non siano stati convocati. A proposito di staff, guardate i componenti di quello tecnico: sono giovani ed aggressivi nel senso sportivo del termine, quasi prepotenti nella voglia di fare. L'alternanza di allenatori negli anni? Sapete come la penso, il vento non si può incatenare. Gli interpreti possono cambiare, il progetto è per noi: società e tifosi. Il ritiro? Rimarremo per tutto il tempo a Torre del Grifo, ad eccezione delle trasferte per le amichevoli pre-campionato".

Montella disinvolto ed autorevole, davanti a telecamere, taccuini e microfoni: "Ringrazio la dirigenza per la grande opportunità che mi viene concessa. Sono lusingato e prometto la massima dedizione, proverò ad imparare in fretta anche usi e costumi della società e della gente, per inserirmi con rispetto: è importante anche questo, al di là della prevalenza del fattore tecnico e professionale. Il direttore Lo Monaco mi disse che avrebbe voluto portarmi a Catania, qualora non avessi proseguito con la Roma, già in occasione dell'ultima casalinga del Catania. Ho trovato una società che ha strutture all'avanguardia, Torre del Grifo è semplicemente ideale, e grande entusiasmo. Il Catania ha scelto me, io avrei scelto il Catania, se fosse toccato a me, perchè negli anni ha dato la prova di saper mantenere ciò che promette. Ho poca esperienza, vero, ma non credo che sia legata alla bravura. Io l'Aeroplanino? Un tempo. Adesso devo lavorare duramente perchè a volare sia il Catania".

 

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Dimentica il figlio in auto alla Cittadella, muore bimbo di 2 anni

  • 8 cibi che non dovrebbero essere dati ai bambini

  • Traffico di droga, nel mirino i clan Cappello-Bonaccorsi e Cursoti Milanesi: 40 arresti

  • Incidente stradale, auto si ribalta in tangenziale: conducente bloccato all'interno

  • Traffico di droga pilotato dai clan, 40 arresti: i nomi

Torna su
CataniaToday è in caricamento