Sport

Conferenza stampa a sorpresa per il presidente del Catania Nino Pulvirenti

"Abbiamo avuto realmente difficoltà a fare gli allenamenti, gli infortuni quest'anno sono stati troppi. I nostri uomini, quelli che consideravamo fondamentali, non sono riusciti a giocare con continuità"

"Purtroppo le cose non vanno bene e ho deciso di parlare perchè ho sentito delle strane illazioni". Conferenza stampa a sorpresa per il presidente del Catania, Nino Pulvirenti, che continua a credere nella salvezza nonostante una classifica difficilissima. "Abbiamo avuto realmente difficoltà a fare gli allenamenti, gli infortuni quest'anno sono stati troppi - evidenzia - I nostri uomini, quelli che consideravamo fondamentali, non sono riusciti a giocare con continuità. Almiron ha giocato solo 13 partite, Izco e Bergessio 20, Bellusci 14, questa si chiama sfiga. Hanno fatto miracoli e se ci troviamo ancora in corsa e' grazie allo spirito di sacrificio di questi ragazzi. Non avete idea delle 'palle' che ha Bergessio, perche' ha giocato 3 partite con un dito rotto e dieci minuti con una frattura al perone per non lasciare la squadra in 10, non voglio sentir dire che non ha coraggio". 

"E' successo che la fortuna non è mai stata dalla nostra, che le partite non sono andate bene e quindi è successo che la classifica è diventata pesante e i ragazzi sbagliano anche le cose più semplici. Noi ci crediamo, ma solo stando uniti riusciremo a salvarci e a salvare il patrimonio della serie A". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Conferenza stampa a sorpresa per il presidente del Catania Nino Pulvirenti

CataniaToday è in caricamento