menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il ritorno di Pietro Lo Monaco: "Sarà un Catania competitivo"

Ritorno al passato per programmare il futuro. Il dirigente di Torre Annunziata si riappropria del ruolo di amministratore delegato del club etneo sostituendo l'uscente Giuseppe Bonanno

Ritorno al passato per programmare il futuro. Pietro Lo Monaco riabbraccia Catania e si riappropria del ruolo di amministratore delegato sostituendo l'uscente Giuseppe Bonanno. Nel pomeriggio la presentazione ufficiale a Torre del Grifo in una conferenza stampa "fiume" durata ben 2 ore. Lo slogan iniziale del dirigente di Torre Annunziata racchiude in poche parole il salto temporale dal lontano 2012 ad oggi: “Eravamo rimasti in serie a. Ora Ripartiamo".

Al di là della struttura dirigenziale e della scelta del nuovo tecnico, che verranno annunciati a partire dalla prossima settimana, Lo Monaco precisa quali sono le peculiarità di una categoria come la Lega Pro: “Un campionato così, a differenza della serie a dove i club ricevono risorse economiche da poter investire, si programma andando a pescare giocatori in scadenza di contratto e puntando sui prestiti".

Una premessa generale a cui si lega poi la situazione particolare del Catania. Lo Monaco, con una metafora, la definisce così: "La situazione economica generale è ai limiti. Al momento il Catania è una statua di argilla fragile dopo lo tsunami passato in questi ultimi anni, che hanno portato a ben due retrocessioni. Sono stati fatti degli errori, ma oggi prendiamo atto che l'attuale proprietà ha la volontà di rilanciare"

"Il piano finanziario che si sta approntando per conto di Finaria - continua Lo Monaco - prevede la possibilità di affrontare l’attuale situazione economica di certo non facile. Ripianamento della situazione debitoria e conseguente rilancio economico: queste le due componenti necessarie per programmare un campionato competitivo. In un paio di mesi mi dicono - aggiunge - possa essere approntato il nuovo piano finanziario definitivo”

RAPPORTO CON LA TIFOSERIA. Un tasto delicato quello del rapporto tra società e tifosi, di certo non idilliaco negli ultimi anni. Un dato che non spaventa Lo Monaco, che al riguardo si dice fiducioso: “Non si può dare torto alla tifoseria. Non è facile sopportare il passaggio dalla serie a alla Lega Pro. Ma sono sicuro la gente risponderà presente. L'amore per la maglia rossazzurra farà la differenza"

CAPITOLO ALLENATORE E SQUADRA: “Serve un tecnico capace. Catania vale e chi viene qua deve sapere che viene in una piazza importante. Sarà un tecnico che avrà un contratto pluriennale e non di un solo anno, questo a testimonianza della  voglia di programmare”

"Qualcuno dei giocatori non in scadenza verrà riconfermato, mentre dovranno essere piazzati tutti i giocatori in prestito che nella scorsa stagione hanno avuto esperienze in categorie superiori" conclude il nuovo ad del Catania.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Nuovo furto alla "Campanella Sturzo" di Librino: è il quarto in due mesi

  • Cronaca

    Trasporta in un suv 7 chili di marijuana "skunk": arrestato

  • Cronaca

    Smantellate piazze di spaccio tra Ragusa, Catania ed Agrigento

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento