Coppa Italia, Catania battuto dalla Spal in un clima surreale: decide Zigoni

Il Catania riassapora il calcio giocato, ma sono 90 minuti "amari" quelli disputati al Massimino contro la Spal. Di fronte a 849 paganti, i rossazzurri affondano sotto i colpi di un avversario più organizzato, più in forma e capace di vincere senza troppi patemi d'animo

Foto calciocatania.it

Il Catania riassapora il calcio giocato, ma sono 90 minuti "amari" quelli disputati al Massimino contro la Spal. Di fronte ad un clima surreale sugli spalti, 849 i paganti, il Catania affonda sotto i colpi di un avversario più organizzato, più in forma e capace di vincere senza troppi patemi d'animo. Un cantiere aperto quello dei rossazzurri, con giocatori in procinto di andare via, ma che oggi sono scesi ugualmente in campo. Tra questi Gyomber, Rosina e Maniero: per loro l'addio è dietro l'angolo.

Pancaro getta nella mischia i nuovi innesti Calderini, Bacchetti e De Rossi e schiera un 4-3-3 a trazione anteriore. Nonostante questo le conclusioni stentano ad arrivare e dalle parti di Contini, portiere degli ospiti, i tiri si contano sulle dita di una mano. Rossetti al minuto 47' crea la palla gol più nitida per i padroni di casa: il resto è un monologo Spal. Ci pensano infatti gli ospiti a trafiggere Ficara, estremo difensore rossazzurro, grazie ad una rete di Zigoni, siglata al minuto 59'. Rete che premia l'organizzazione della formazione estense, qualificata al terzo turno, dove dovrà vedersela contro il Cesena.

Il Catania esce invece dal campo con le ossa rotte, in attesa del processo sportivo, che avrà inizio tra poche ore. Tra gli aspetti positivi della serata, sicuramente il potenziale di molti giovani in campo, i quali potranno affrontare un percorso di crescita costante e utile per la causa rossazzurra. L'aspetto negativo, accentuato dagli striscioni sugli spalti ("Pulvirenti vattene" quello esposto dagli ultras della curva Nord) e dai cori di protesta, è la frattura della piazza con l'attuale proprietà. Un clima che rende ancora più incerto il cammino di una squadra in piena formazione ed evoluzione. Cammino appena iniziato e che ha evidenziato una condizione fisica ancora deficitaria: solo 10 infatti i giorni di preparazione alle spalle dei rossazzurri, in evidente deficit fisico rispetto agli avversari, in palla e tonici sin dalle battute iniziali.

TABELLINO CATANIA-SPAL 0-1 (59' Zigoni)

CATANIA (4-3-3): Ficara; Parisi, Gyömber, Bacchetti, De Rossi (76' Ramos); Chrapek, Odjer, Sessa (46' Tortolano); Rosina, Rossetti (65' Maniero), Calderini. Panchina: Matosevic, Rescigno, Schisciano, Di Grazia,  Barisic, Cani.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SPAL (5-3-2): Contini; Lazzari. Silvestri, Cottafava, Lazzari, Mora (78' Gasperetto); Gentile, Castagnetti, Di Quinzio (Bellemo); Zigoni, Finotto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Coronavirus: Musumeci avvia la linea del rigore ma con chiusure parziali

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

  • Coronavirus, in Sicilia contagi in aumento (+796): in provincia di Catania sono 211

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento