Curva Sud-Curva Nord, divisioni e gelosie: il "siparietto" a fine gara

Dopo i festeggiamenti a fine gara si sono registrati alcuni mugugni dei supporters della curva sud. Gli atleti rossazzurri si sarebbero dilungati, secondo la versione degli ultras, per più tempo con i festeggimenti sotto la curva Nord, regalando attenzioni e magliette

Un Catania travolgente batte il Martina Franca e ricuce un rapporto con la tifoseria, non idilliaco dopo le ultime due stagioni. Un'unità d'intenti tra giocatori e pubblico sugli spalti, che è emersa anche ieri, dopo una partita strepitosa portata in porto dagli uomini di Pancaro. Dopo i festeggiamenti a fine partita, ecco però alcuni "mugugni" dagli ultras della curva sud. Un episodio che sembrerebbe far emergere un clima non troppo sereno tra le frange opposte della stessa tifoseria rossazzurra. Un episodio che balza alla cronaca e che evidenzia taciturni settarismi all'interno degli stessi colori rossazzurri.

L'EPISODIO. A fine gara un nutrito numero di supporters nella curva Sud ha avvicinato gli addetti alla sicurezza e gli steward dello stadio "Angelo Massimino" per manifestare il proprio dissenso riguardo alla modalità dei festeggiamenti scelta dai giocatori del Catania nel post-partita. Gli atleti rossazzurri si sarebbero dilungati, secondo la versione della curva Sud, per più tempo con i festeggimenti sotto la curva Nord, regalando attenzioni e magliette ai supporters. La voce di dissenso si è subito diffusa dagli addetti ai lavori ai componenti della squadra, arrivando fino al tecnico rossazzurro, Giuseppe Pancaro. Alla richiesta della curva Sud di uguale trattamento rispetto alla curva opposta, la Nord, la squadra ha risposto, sottolineando tramite le parole di Pancaro come tutti i tifosi del Catania sono uguali e che tecnico e giocatori vogliono solo il bene del Catania. Un gesto questo che ha placato gli animi irascibili della frangia rossazzurra.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

Torna su
CataniaToday è in caricamento