menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I piccoli karateka “in erba” che hanno dato vita alla kermesse

I piccoli karateka “in erba” che hanno dato vita alla kermesse

Dai “mini-campioni” di Karate un esempio di gioia e solidarietà

Gli aspiranti “artisti marziali” in erba di 14 società sportive fra etnee, aretusee ed iblee, hanno dato vita al PalaCannizzaro di Aci Castello la scorsa domenica, ad una kermesse non competitiva di karate “targato” Csain

L’importante non è vincere ma… partecipare e divertirsi giocando! Dai “mini-karateka” catanesi e delle province di Siracusa e Ragusa, un esempio di solidarietà verso i meno fortunati del Terzo mondo e la gioia di praticare una disciplina sportiva non competitiva come puro “gioco”, come dimostrazione di abilità e divertimento.

Gli aspiranti “artisti marziali” in erba di 14 società sportive fra etnee, aretusee ed iblee, hanno dato vita al PalaCannizzaro di Aci Castello la scorsa domenica, ad una kermesse non competitiva di karate “targato” Csain (ente promozionale sportivo dei “Centri sportivi aziendali e industriali”).

“Il IV Trofeo Piccoli Campioni - illustra il responsabile regionale settore “Karate Csain Sicilia”, maestro Davide Riso, fra gli organizzatori dell’incontro assieme ai maestri Salvo e Franco Filippello - sostiene Save the Children, ossia l'organizzazione internazionale per l'adozione a distanza di un bimbo terzomondista”.

Ecco i “numeri” della manifestazione: 14 associazioni sportive e 150 bambini dai 4 agli 11 anni, hanno dato vita ad una mattinata di attività, giochi e percorsi a tempo, senza alcuna “stressante” classifica da inseguire e stilare. Una ricca premiazione per tutti i partecipanti, ha infine fatto da piacevole e “colorata” cornice all’incontro.

“Karate quindi - continua il maestro catanese Riso -, all’insegna della serenità, con protagonisti i più piccoli, con un bel gruppo di associazioni sportive giunte anche da fuori provincia. Poi l’idea molto bella di cui siamo orgogliosi, è stata quella di utilizzare questo tipo di manifestazioni a scopo di beneficenza, perché tramite Save the Children abbiamo adottato un bambino a distanza, che ci porteremo dietro nei prossimi anni, per la sua crescita”. Iniziativa di karate, fuori dai classici “stereotipi” di agonismo e competitività, finalizzata dunque non tanto per la competizione e il podio ma per socializzare, condividere, crescere ed educare ai valori della solidarietà e del sostegno a chi sta meno bene: “Questa la vera vittoria della nobile arte marziale della “mano vuota” - conclude Riso”.

Il tutto è stato promosso dal settore Karate dell'ente di Promozione Sportiva e Sociale Csain, coordinato dai maestri Davide Riso e Salvo e Franco Filippello e grazie alla sensibilità del presidente nazionale ing. Luigi Fortuna, del presidente regionale dott. Raffaele Marcoccio e del tesoriere nazionale dott. Salvo Spinella. Ecco infine, in dettaglio i nomi delle società sportive aderenti all’incontro in terra etnea: Altair Catania, Filippello Do Catania, Il Tempio 5 Misterbianco, Sparta Catania, Mythos Catania, Gymnasium Gravina, Accademia Bartolo Pachino, Hachiman Karate Siracusa, Arte Karate Aci Castello, Asdam Dojo Catania, Karate Galletta Catania, Aks Zafferana Etnea, Fudokan Scoglitti, Csk 2000 Siracusa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

A Catania arriva PonyU Express: per negozianti e privati

Salute

Bromelina: cos'è, proprietà e benefici

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Etna, sopralluogo di Musumeci: "Un milione a sostegno delle aree più colpite"

  • Cronaca

    Coronavirus, in Sicilia 567 nuovi casi: a Catania +121

  • Politica

    Etna, Musumeci dichiara lo stato di emergenza

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento