Anche il fioretto maschile è d'oro: trionfo del catanese Daniele Garozzo

I ragazzi del fioretto ricamano la nona medaglia sul tricolore dell'Italia, la bandiera che svetta su tutte al termine del Mondiale di scherma conclusosi oggi a Lipsia

I ragazzi del fioretto ricamano la nona medaglia sul tricolore dell'Italia, la bandiera che svetta su tutte al termine del Mondiale di scherma conclusosi oggi a Lipsia. Nella complicata finale contro gli Stati Uniti, il catanese Daniele Garozzo, Giorgio Avola, Alessio Foconi ed Andrea Cassarà si sono imposti per 45-41, aggiungendo altro metallo, il più prezioso, ad un medagliere - quattro ori, un argento e quattro bronzi - che già alla vigilia era comunque vincente grazie alle prove dei colleghi uomini e delle inarrivabili ragazze, a conferma del dominio mondiale della scherma italiana. Il trionfo finale dei fiorettisti non era per nulla scontato, come si è visto in un assalto emozionante, condotto per metà dagli statunitensi ma che ha cambiato padrone dopo il parziale di 10-5 siglato da Avola ai danni di Alexander Massialas. "

"Quest'oro mi ripaga della delusione per il bronzo nell'individuale - ha spiegato l'olimpionico Garozzo - Vogliamo dedicarla ad Andrea Baldini che fino a qualche mese fa faceva parte di questa squadra". Sempre nell'ultima giornata, la catanese Rossella Fiamingo, Mara Navarria, Alberta Santuccio e Giulia Rizzi hanno chiuso al nono posto la prova a squadre di spada, ma un altro successo è venuto da Aldo Montano, eletto nella Commissione atleti della Federazione internazionale (Fie). Lo sciabolatore azzurro è risultato il più votato, a testimonianza della stima e dell'altissima considerazione di cui gode nel mondo della scherma internazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento