menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

De Canio "a tutto campo": prime parole da tecnico rossazzurro

L'allenatore nato a Matera ha incontrato i giornalisti nella Sala Congressi di Torre del Grifo. Il presidente Pulvirenti saluta e ringrazia per l'ultima volta Rolando Maran. Poi dichiara: "Occorre ritrovare umiltà e raggiungere i risultati"

Un passato ricco di esperienze. Un presente tutto da scrivere con il club rossazzurro. Luigi De Canio ha tra le sue caratteristiche quella di subentrare in corsa. Anche quest'anno è stato chiamato in causa, dopo l'ultima esperienza nella massima serie vissuta con il Genoa

Pulvirenti nel corso della conferenza stampa di presentazione inizia ringraziando il tecnico uscente Rolando Maran. "Il calcio è fatto di decisioni e non sempre la programmazione porta ai risultati sperati" ha precisato il presidente. "La scelta è dettata dal fatto di provare a raggiungere risultati migliori" ha poi concluso.

Per quanto riguarda la stagione in corso il patron rossazzurro fissa le priorità. "Questa decisione è figlia dello splendido campionato che la squadra ha fatto nello scorso anno e alla luce della campagna acquisti effettuata quest'anno, giudicata dagli addetti ai lavori come la migliore di sempre". Poi ricorda che l'obiettivo prioritario del Catania è fare punti per non rischiare di perdere la massima serie: "Si è persa la nostra dimensione - tuona Pulvirenti - e i risultati sono venuti a mancare"

Luigi De Canio si presenta così: un curriculum ricco di esperienza. "La persona giusta per tornare a fare punti e risultati" come dichiarato dal presidente Pulvirenti. Questo il motivo della scelta presa dal tecnico: "Il Catania negli ultimi anni è una società - precisa De Canio - in cui gli allenatori possono operare bene: questa è stata la motivazione più incisiva nella mia scelta".

Poi dimostra subito la dedizione al lavoro che lo contraddistingue: "Partiamo dalla consapevolezza di guardare con realismo alle prerogative di questa squadra. Sognare e avere motivazioni è comunque sempre lecito".

Nessuna rivoluzione sul piano tattico. Il neo tecnico rossazzurro inizierà prima di tutto a lavorare sulla testa dei calciatori, cercando di trarre il meglio da tutti. Umiltà e lavoro le parole d'ordine: "La cosa più importante in questo momento è che la squadra sia l'impronta di quella degli anni scorsi: giocatori determinati, ma che con umiltà possano scendere in campo e fare risultato"

Le gare in vista preoccupano e come Luigi De Canio. Ma non tanto quelle contro Napoli e Juventus: la sfida col Sassuolo, viste anche le assenze in difesa, si presenta come una partita ostica sotto tutti i punti di vista.

Sui pezzi da 90 del Catania il tecnico non si nasconde non si nasconde: "Non è vero che non esistono i giocatori decisivi. Userò un parametro, fermo restando questo monito: sarà il lavoro durante la settimana a determinare la formazione finale". Per concludere svela quello che è 'obiettivo da rincorrere con la squadra etnea: "Mi auguro che possa creare in questo club un nuovo percorso, progetto e il Catania è la società giusta per farlo".

I nuovi acquisti della campagna estiva potranno sicuramente trovare nuova linfa vitale. Uno su tutti Tachtsidis, già allenato dallo stesso De Canio ai tempi del Genoa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Consiglio comunale, seduta straordinaria sull'emergenza Covid

  • Cronaca

    Nuovo furto alla "Campanella Sturzo" di Librino: è il quarto in due mesi

  • Cronaca

    Trasporta in un suv 7 chili di marijuana "skunk": arrestato

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento