Divieto vendita alcol durante le partite, è polemica

E' polemica a Catania sull'ordinanza scattata ieri che vieta, nelle zone limitrofe lo stadio Angelo Massimino, la vendita di alcol prima e dopo la prima partita casalinga del Calcio Catania

E' polemica a Catania sull'ordinanza scattata ieri che vieta, nelle zone limitrofe lo stadio Angelo Massimino, la vendita di alcol prima e dopo la prima partita casalinga del Calcio Catania.

Il divieto, disposto dal sindaco Raffaele Stancanelli in accordo con il Questore, riguarda, infatti, la vendita al pubblico di bevande alcoliche che non potrà essere effettuata nelle tre ore antecedenti l'inizio della disputa e un'ora dopo la fine.

L'ordinanza, che sarà valida per tutta la stagione calcistica quando la squadra rossazzurra disputerà le gare interne, prevede inoltre il divieto di vendere bibite in recipienti di vetro, plastica o lattine. Sarà invece consentita la somministrazione di bevande solo in bicchieri di plastica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

Torna su
CataniaToday è in caricamento