Ekipe Orizzonte, il sogno scudetto sfumato ai rigori: Padova si conferma campione

Un secondo posto finale che lascia l'amaro in bocca alla luce della regular season dominata in lungo e in largo dalle atlete di coach Miceli. Fatale la lotteria dei calci di rigore dopo il 6-6 dei tempi regolamentari

Non si placa il rammarico per la finale scudetto persa dalle ragazze dell'Ekipe Orizzonte contro Padova. Un secondo posto finale che lascia l'amaro in bocca alla luce della regular season dominata in lungo e in largo dalle atlete di coach Miceli. Fatale la lotteria dei calci di rigore dopo il 6-6 dei tempi regolamentari. 

Lo scudetto va ancora lontano da Catania, sono infatti sette anni senza titolo per gli etnei, e sorride nuovamente a Padova che fa il bis e si riconferma campione. Nonostante i 13 punti di vantaggio rispetto alle venete nella regular season, le ragazze allenate da coach Posterivo hanno fatto valere il pargmatismo tipico delle sfide da dentro o fuori, a gara secca. 

Le venete hanno iniziato il match vincendo il primo tempo 0-1 e il secondo 0-2. Nella terza frazione però è arrivata la reazione rabbiosa dell’Ekipe Orizzonte, che ha conquistato il parziale con un nettissimo 4-0, trascinata da Capitan Arianna Garibotti. Ancora emozioni nell’ultimo tempo, vinto 2-3 dal Plebiscito Padova, e poi i rigori, che hanno sancito il verdetto finale. Proprio Arianna Garibotti è stata la top scorer del match con tre reti, mentre Claudia Marletta, Roberta Bianconi e Sabrina Van der Sloot hanno completato il quadro delle marcatrici rossazzurre, realizzando un gol ciascuno.

Al fischio finale è stato difficile nascondere amarezza e delusione, per un sogno sfumato d’un soffio, ma il coach dell’Ekipe Orizzonte ci ha messo come sempre la faccia, facendo il bilancio della partita: “Probabilmente abbiamo sbagliato l’approccio - ha detto Martina Miceli - ed io mi prendo senza dubbio le mie responsabilità sui motivi di questo. Le ragazze però sono state bravissime a reagire alla grande, riuscendo a ribaltare il risultato. Forse alla fine c’è stata meno lucidità proprio per lo sforzo profuso e abbiamo subìto un gol probabilmente evitabile. Padova non aveva niente da perdere e bisogna riconoscere che in queste partite la spunta chi è più bravo nei trentadue minuti e le nostre avversarie lo sono state più di noi. Ci tengo a ringraziare tutte le persone che ci sostengono ogni giorno e che ci seguono con tanto affetto, a partire da chi come Ekipe ci dà modo di avere una casa e non ci fa mancare mai nulla, fino al nostro staff tecnico e dirigenziale, i nostri tifosi, così come, ovviamente, le nostre ragazze. Sono sicura che tutti faremo tesoro anche di questa partita e che ci aiuterà a crescere ancora, nella prosecuzione del nostro progetto".

IL TABELLINO DEL MATCH: Ekipe Orizzonte-Plebiscito Padova 9-10 (6-6) dtr

Parziali: 0-1, 0-2, 4-0, 2-3

Ekipe Orizzonte: Johnson, Ioannou, Garibotti 3, Bianconi 1, Aiello, Grillo, Palmieri, Marletta 1, Van Der Sloot 1, Morvillo, Riccioli, Lombardo, Schillaci. Coach Miceli.

Plebiscito Padova: Teani, Barzon 2, Savioli 1, Gottardo, Queirolo 2, Casson, Millo, Dario, Sohi, Savioli 1, Nencha, Tielmann, Giacon. Coach Posterivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento