rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Sport

Arriva la sveglia nel finale, ma non basta: pari contro la Fidelis Andria

I segnali lanciati dagli uomini di Pancaro a fine gara, con un palo colpito da Plasmati e un gol in fuorigioco di Calil, sono incoraggianti in vista delle prossime sfide. Da rivedere l'impalcatura del centrocampo, spesso in affanno nel primo tempo, con una manovra di gioco farraginosa. Finisce 0-0

Il Catania si accende nel finale, ma è troppo tardi per portare a casa i tre punti. Un pareggio, quello ottenuto nella trasferta di Andria, comunque da non buttare. I segnali lanciati dagli uomini di Pancaro a fine gara, con un palo colpito da Plasmati e un gol in fuorigioco di Calil, sono incoraggianti in vista delle prossime sfide. Da rivedere l'impalcatura del centrocampo, spesso in affanno nel primo tempo, con una manovra di gioco farraginosa.

LE PAGELLE

PRIMO TEMPO ANONIMO. Il Catania non decolla con il classico 4-3-3 di Pancaro. Di Cecco parte dal primo minuto, ma è proprio il reparto di metà campo a palesare le difficoltà maggiori, con Musacci lento nell'impostare il gioco e Scarsella quasi mai pungente in fase di inserimento. I pericoli gli etnei se li creano da soli, prima con Nunzella, che concede la prima palla gol del match a Cianci, con un maldestro svarione. Ottima la risposta di Liverani.

I rossazzuri si segnalano in fase conclusiva solo con un calcio piazzato di Russotto nel finale di tempo. Il resto niente o poco più

I "CAMBI CAMBIANO" IL VOLTO DELLA SQUADRA. Gioco di parole che si traduce nell'inserimento di Plasmati in campo, dopo il cambio di Calderini al posto di Falcone, sostituzione quest'ultima che non rivoluzione il quadro tattico. Decisamente più incisivo l'igresso di Plasmati al posto di Scarsella. Il Catania infatti si proietta in avanti e sulle fasce arrivano cross poi concretizzati dagli uomini d'aria di rigore, Plasmati, per l'appunto, e Calil.

Il primo colpisce un palo, dopo un cross dalla sinistra di Nunzella. Il secondo va a segno dopo un cross arrivato dal versante opposto, presidiato da Garufo, ma la posizione è di fuorigioco come segnalato dal guardialinee.

Segnali, quelli di fine gara, che lasciano ben sperare in vista del futuro. Da rivedere invece l'assetto a centrocampo, reparto oggi orfano di Agazzi, squalificato. La società potrebbe infatti intervenire sul mercato per rinforzare la linea mediana nella finestra di gennaio.

TABELLINO FIDELIS ANDRIA CATANIA 0-0

Fidelis Andria (3-5-2): Poluzzi; Aya, Stendardo, Ferrero; Tartaglia, Onescu, Bisoli, Piccinni, Cortellini; Grandolfo (dal 81′ Kristo), Cianci (dal 66′ Bollino)

Catania (4-3-3): Liverani; Garufo, Bergamelli, Pelagatti, Nunzella; Scarsella (78′ Plasmati), Musacci (66′ Castiglia), Di Cecco; Falcone (56′ Calderini), Calil, Russotto

Ammoniti: Ferrero, Musacci

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arriva la sveglia nel finale, ma non basta: pari contro la Fidelis Andria

CataniaToday è in caricamento