Si riparte con Fiorentina-Catania, Maran: "C'è grande voglia di stupire"

Il tecnico in conferenza stampa: "Con la Fiorentina sarà una partita importante, stimolante, bella. C'e' una gran voglia di iniziare. Abbiamo qualche incognita in meno rispetto all'anno scorso, c'e' un anno di conoscenza con gran parte dei giocatori"

Si ritorna in campo. Dopo "un'ottima annata", il Catania di Pulvirenti riparte da Firenze. Ieri, al termine dell'allenamento, svolto in mattinata a porte chiuse a Torre del Grifo, il tecnico del Catania Rolando Maran ha convocato 21 giocatori.

Questi i convocati ufficiali: Portieri - 21 Andujar, 34 Ficara, 1 Frison. Difensori - 22 Alvarez, 14 Bellusci, 31 Cabalceta, 6 Legrottaglie, 18 Monzon, 5 Rolin, 3 Spolli. Centrocampisti - 28 Barrientos, 27 Biagianti, 19 Castro, 13 Izco, 7 Tachtsidis. Attaccanti - 30 Barisic, 9 Bergessio, 23 Boateng, 35 Doukara, 11 Leto, 10 Lopez.

 "Con la Fiorentina sarà una partita importante, stimolante, bella. C'e' una gran voglia di iniziare. Abbiamo qualche incognita in meno rispetto all'anno scorso, c'e' un anno di conoscenza con gran parte dei giocatori. Siamo piu' consapevoli di quello che possiamo mettere in campo". Sono le parole dell'allenatore del Catania in conferenza stampa.

"Vogliamo confermare la crescita di questa squadra. Rischio di appagamento? No, anzi questo ha creato uno stimolo, per poter superare certi ostacoli e andare oltre. C'e' grande voglia di stupire. Non bisogna guardare indietro e non andare troppo oltre".

Positivo il giudizio di Maran su Montella. "E' un allenatore che ha fatto bene ed ha confermato il suo valore. Io devo continuare a dimostrare di valere il Catania. Lui ha fatto bene a Catania e sta dimostrando anche a Firenze il suo valore. La Fiorentina gioca un buon calcio", prosegue il tecnico degli etnei.

"Mi aspetto una Fiorentina che parta forte, c'e' grande entusiasmo, stanno vivendo un buon momento, ma questo ci deve condizionare relativamente, noi dobbiamo essere il Catania. Sappiamo che potremo incontrare delle difficoltà che dovremo sopperire con le nostre qualità". Assenza sicura quella di Almiron che "non parte con la squadra, vedremo quali soluzioni adottare". "Sappiamo che il nostro scudetto è sempre la salvezza, ma sappiamo che vogliamo fare bene e far parlare del Catania in un certo modo. Sappiamo cosa possiamo dare e dove vogliamo arrivare. La squadra ha grandi motivazioni dentro, e vuole sempre migliorarsi. Maxi Lopez? Sta lavorando bene, con impegno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento