Foggia-Catania, le pagelle: Lupoli abulico, Castiglia in difficoltà

Dopo la prova convincente contro il Messina il centrocampista etneo, forse in debito di ossigeno dopo la lunga assenza, fatica ad arginare gli avversari. Il centravanti ex Pisa continua a non incidere. Male anche Calderini. Per Liverani serata da dimenticare

Ecco le pagelle di Foggia-Catania. Finisce 3-0 per gli uomini di De Zerbi. A segno nel primo tempo Floriano, nella ripresa Iemmello e Agnelli chiudono la pratica.

Foggia (4-2-3-1): Narciso; Loiacono, Coletti, Gigliotti, Di Chiara, Agnelli, Vacca, Chiricò, Sarno, Floriano (52′ Gerbo), Iemmello

Catania (4-2-3-1) (4-3-3 nel secondo tempo): Liverani 4,5, Pelagatti 5,5 (62′ Garufo 5,5), Bergamelli 5,5, Ferrario 5, Bastrini 5,5, Di Cecco 5, Castiglia 4,5, Falcone 5, Russotto 5, Calderini 4; Lupoli 4 (46′ Musacci 4,5). 

CRONACA E COMMENTI

MiglioriToday: nessuno.

PeggioriToday. Liverani. Poco reattivo in occasione del vantaggio firmato da Floriano. Il numero uno degli etnei, colto alla sprovvista dal tiro forte e imparabile di Sarno, che si stampa sul palo, non riesce a contrastare il numero 11 del Foggia che sigla la rete del vantaggio grazie ad un tocco sporco con il ginocchio. Non esente da colpe nenache in occasione del 3-0, quando si posiziona fuori dai pali e ingolosisce Agnelli che con un tocco morbido scocca il colpo del ko per gli uomini di Moriero.

Lupoli. In un 4-2-3-1 inedito, a soffrire principamente è la prima punta del Catania, lasciata troppo isolata dai reparti sfilacciati dei rossazzurri nel primo tempo. Il numero 9 fatica così ad entrare in partita e non tocca quasi mai la sfera nei 45 minuti in cui Moriero decide di gettarlo nella mischia. Poco, quasi nulla, anche oggi. Abulico.

Calderini. Quando è chiamato a fare la differenza l'ex Cosenza non risponde quasi mai presente. Anche oggi arriva l'ennesima prestazione opaca: nel primo tempo non incide in posizione di esterno, nel 4-2-3-1 disegnato da Moriero. Quando si sposta nel ruolo di centravanti la musica non cambia, Spento.

Musacci. Entra nella ripresa per dare geometrie nuove alla squadra e colmare il vuoto in mezzo al campo visto nella prima frazione di gioco. Risultato? Pochissimi i passaggi forniti ai compagni, tante invece le palle perse, come quella che porta alla rete del 2-0 dei padroni di casa.

Castiglia: Cancellata la buona prestazione offerta contro il Messina. L'attenuante, l'unica dalla parte del giocatore, è il lungo periodo di assenza alle spalle. Due partite consecutive possono aver inciso nell'economia del match odierno e nelle risorse fisiche messe in campo. Frastornato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Coronavirus, morto l'avvocato Ferlito: per lui era stato lanciato un appello ai donatori di plasma

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • Il ministro Speranza firma nuova ordinanza: Sicilia ancora "arancione" fino al 3 dicembre

Torna su
CataniaToday è in caricamento