Sabato, 31 Luglio 2021
Sport

Fondazione Milan e Fondazione Èbbene, insieme a Catania per promuovere sport e inclusione

Mercoledì scorso il taglio del nastro del progetto Sport for All messo in campo a Catania nel quartiere di San Cristoforo all’interno del Polo educativo Spazio 47, Centro di Prossimità di Fondazione Èbbene, promosso da Fondazione Milan

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di CataniaToday

Mercoledì scorso il taglio del nastro del progetto Sport for All messo in campo a Catania nel quartiere di San Cristoforo all’interno del Polo educativo Spazio 47, Centro di Prossimità di Fondazione Èbbene, promosso da Fondazione Milan. Al momento inaugurale di questa iniziativa, che rappresenta una progettualità ampia e articolata di utilizzo dello sport quale strumento di inclusione e abbattimento delle diversità, erano presenti insieme a Edoardo Barbarossa Presidente della Fondazione Èbbene, il Segretario Generale di Fondazione Milan Rocco Giorgianni, il Sindaco Salvo Pogliese, e l’assessore Servizi Sociali Politiche per la Famiglia Giuseppe Lombardo. “Lo sport è uno strumento di inclusione e da qui parte la riscoperta del valore educativo di tante iniziative come quelle messe in campo a San Cristoforo - spiega Rocco Giorgianni, Segretario Generale della Fondazione Milan - il programma permette di scoprire le eccellenze del territorio e l’obiettivo è quello di sviluppare delle partnership con realtà del Terzo settore, come Fondazione Èbbene a Catania”.

Un messaggio forte, quello che Catania lancia per l’occasione, perché l’inclusione passa soprattutto attraverso lo sport come diritto da garantire a tutti, soprattutto per coloro che vivono la disabilità o provengono da contesti difficili. “Spor for All è un’iniziativa dall’eccezionale valenza sociale – dichiara il Sindaco Salvo Pogliese -che grazie alla Fondazione Milan e alla Fondazione Èbbene permette in questo quartiere di San Cristoforo di insegnare i valori del rispetto delle regole, di determinare un’aggregazione sociale in un contesto difficile. Un progetto importante che l’amministrazione comunale sostiene con grande orgoglio”. Un pomeriggio all’insegna dello sport per inaugurare un percorso che prende il via al Polo educativo Spazio 47, con la Fondazione Stella Polare, un luogo dove la Fondazione Èbbene mette in campo iniziative di inclusione e crescita territoriale coinvolgendo i bambini e le famiglie del quartiere. “Lo sport è un diritto da garantire a tutti – spiega il Presidente della Fondazione Èbbene, Edoardo Barbarossa -. Ed è proprio nelle periferie che serve costruire spazi accessibili per contrastare esclusione sociale che sovente caratterizza il volto dei quartieri. Per questo abbiamo accolto con grande entusiasmo la scelta di Fondazione Milan di costruire, per il secondo anno consecutivo, con Èbbene un programma che ci permette di rafforzare la relazione con i bambini e con le famiglie”. E se garantire a tutti l’accesso alle attività sportive significa contrastare l’esclusione sociale, proprio nelle periferie va rafforzato l’impegno nel rigenerare nuovi spazi di comunità. L’iniziativa è stata seguita da una mattinata di sport integrazione realizzata all’interno del Polo educativo Villa Fazio di Librino dove i bambini provenienti dei Centri aggregativi del Comune di Catania di Librino e San Cristoforo si sono incontrati in una mattinata di sport e socialità. Al calcio di inizio presente anche Peppe Mascara storica punta del calcio catanese. L’appuntamento è stato organizzato grazie al contribuito dei Centri di Prossimità Mosaico e Spazio 47, del Consorzio Sol.Co. Rete d’Imprese Sociali Siciliane, dalla Cooperativa sociale Team- Ti Educa a Migliorare e dall’APS C’era Domani Librino. Si ringraziano inoltre Visualazer, Tresette Catania, Tomarchio bibite, Simone Coco Service, Blaster Foundry.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fondazione Milan e Fondazione Èbbene, insieme a Catania per promuovere sport e inclusione

CataniaToday è in caricamento