menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

FormaItalia Acireale non si ferma e vince anche a Paternò

Gli atleti granata, col punteggio finale di 76 a 63, battono i biancorossi del coach Bordieri. Letale per i padroni di casa la terza frazione di gioco, chiusa con ben 25 punti di differenza

Gli atleti granata della FormaItalia Acireale vincono anche a Paternò col punteggio di 76 a 63 al termine di una gara in cui i biancorossi di coach Bordieri hanno retto per circa due quarti gettando sul campo tutta l’energia agonistica possibile per tamponare l’evidente differenza tecnica con Grosso e compagni. Ma quando nella terza frazione di gioco Pietro Marzo - autore fra l’altro di una pregevole prestazione, con 3 su 5 da due, 2 su 2 da tre e 4 su 4 ai liberi oltre 5 recuperi, tanto perentori quanto produttivi in termini di punti - ed Antonio Porfido siglano 4 triple consecutive, 2 ciascuno, l’impalcatura locale subisce un danno notevole accusando un parziale di 11 a 30 che faranno chiudere la compagine acese sul 40 a 65. 25 punti di differenza, e visti i tempi, risultato in “ghiaccio” per i colori di Aci e Galatea.

Primi due quarti sostanzialmente equilibrati con Paternò in grado di tenere botta ma di spendere non poco dal punto di vista fisico e mentale caricandosi inoltre di falli; già al terzo quarto, infatti, Famà terminerà la sua gara seguito subito dopo da Enzo Santonocito. Acireale chiude in vantaggio i primi dieci minuti sul 15 a 18 con Polonara ben presente sotto i tabelloni, 4 su 5 per lui, ma subito all’inizio del secondo quarto Famà con una tripla pareggia per i suoi. Pietro Marzo e Grosso recuperano diversi palloni tramutandoli in contropiedi vincenti e si va al riposo lungo sul 29 a 35 per gli ospiti.

La terza frazione di gioco vede il crollo dei locali che perdono, come detto, Famà per raggiunto limite di falli, e subiscono le triple anzidette ed i canestri di Alberto Marzo e Naso per il più 25 della FormaItalia. Ultimi dieci minuti senza storia con coach Foti che fa ruotare più a lungo la panchina chiudendo la contesa con in campo Grosso a far da chioccia ad un atleta ’94, due ’95 ed un ’96.

Il prossimo appuntamento vedrà Acireale affrontare in casa Domenica 16 Dicembre alle ore 18.00 Catanzaro, forse la squadra più in forma del momento, che con gli ultimi risultati conseguiti ha scalato diverse posizioni in classifica. Difficile gara dunque per il quintetto granata che spera però di recuperare Andrea Padova ancora fermo in infermeria.

La settimana acese è completata, oltre che dagli impegni dell’Under 19 e 17, dagli incontri della U15 di Eccellenza che Giovedì 13 Dicembre alle ore 20.45 giocherà a Gravina mentre sempre Domenica 16 alle ore 11.30 riceverà al PalaVolcan il Barcellona .

Paternò: Rao A., Rao T., Lo Faro C. 5, Lo Faro F. 11, Fiorito 5, Santonocito G. 8, Asero 2,Santonocito E. 5, Famà 13, Lo Faro A. 14. All.re: Bordieri.

Tiri liberi . 5 su 10.Usciti cinque falli.Famà, Santonocito E. .

Acireale: Marzo P. 16, Patane’, Grosso 6, Naso 9, Ricca, Arcidiacono 3, Polonara 12, Porfido 16, Marzo A. 12, Persano 2. All.re: Foti. Assistente: Balbo.

Tiri liberi: 19 su 31.

Parziali: 1° quarto: 15 a 18. 2° quarto: 14 a 17. 3° quarto: 11 a 30. 4° quarto: 23 a 11.

Arbitri: Sarda di Piazza Armerina ed Arbace di Ragusa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

social

Forno a microonde: quali cibi non cucinare al suo interno

Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento