menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Presentazione del Giro d'Italia alle Ciminiere

Presentazione del Giro d'Italia alle Ciminiere

Giro 2018, tutto pronto per la tappa catanese: partenza da piazza Duomo

Bianco: "La città saprà rispondere con una grande partecipazione a quest'evento di grande impatto popolare che non è solo ciclismo, non solo sport, ma un pezzo della storia d'Italia"

Archiviata la festosa parentesi israeliana, il 101/o Giro d'Italia di ciclismo torna a casa e veste di rosa la Sicilia, che ospiterà tre tappe molto interessanti fino a giovedì. Si parte oggii con la 4/a frazione che porta la carovana da Catania a Caltagirone, dopo 198 chilometri. La partenza dalla via Etnea, alle 12,20, dopo il ritrovo in via Garibaldi. L'arrivo è previsto nella città calatina in viale Torre dei Genovesi fra le 17 e le 17,30. Tre le province interessate dall'attraversamento dei corridori: Catania, Siracusa e Ragusa.

La contestazione del Giro - Video

Il Sindaco Bianco sul Giro d'Italia a Catania

"Una bella giornata per Catania". Lo ha detto il sindaco Enzo Bianco parlando della tappa del Giro d'Italia, la prima sul territorio nazionale, che partirà domani dalla piazza Duomo.

L'entusiasmo dei catanesi - Video

"Con la chiusura delle scuole - ha detto Bianco - sono certo che ci sarà la folla delle grandi occasioni per questa manifestazione di grande impatto popolare che non è solo ciclismo, non solo sport, ma un pezzo della storia d'Italia. Non a caso le prime tappe sono state dedicate a quel Gino Bartali che con Coppi fu non solo un campione sportivo di prima grandezza, ma un personaggio al quale ispirarsi. Come dimostra anche l'indimenticabile canzone dedicata a 'Ginaccio' da Paolo Conte.

 

Noi, questa giornata, la dedichiamo invece a Candido Cannavò, storico direttore della Gazzetta dello Sport al quale abbiamo intitolato una piazza". Bianco sarà dalle 9.30 nel Teatro Antico per premiare i ragazzi delle scuole catanesi che hanno partecipato al concorso organizzato dal Giro d'Italia e alle 10 darà un saluto di benvenuto a tutti i ciclisti che verranno a ritirare la pettorina. "Catania - ha detto Bianco - saprà rispondere con una grande partecipazione a quest'evento. Le immagini del Giro saranno legate al nostro Teatro antico nel cuore della città, al nostro barocco Patrimonio dell'Umanità, al clima e al calore della nostra gente".

La presentazione alle Ciminiere

''Il Giro - ha commentato l'assessore Pappalardo - è una delle più belle manifestazioni sportive nazionali seguita da milioni di appassionati. Siamo certi che sarà un grande successo sia sul fronte sportivo sia sul fronte paesaggistico perché le tre tappe toccheranno città e monumenti straordinari. La Sicilia sarà assoluta protagonista e sarà la cornice di uno spettacolo sportivo atteso e pregno di storia. Presenteremo il dettaglio delle tappe e lo sforzo compiuto da tutta la macchina organizzativa per questa grande kermesse sportiva".

La gara nella provincia etnea

E' una tappa assai mossa sul piano altimetrico, con diverse salite e due Gran premi della montagna, con una serie interminabile di curve lungo il percorso e strade dal fondo usurato di larghezza variabile. Gli attraversamenti cittadini possono presentare le trappole del fondo in pavè. Due i traguardi volanti di giornata: al chilometro 112,3 di Palazzolo Acreide e al chilometro 133,7 di Monterosso Almo, centri che più volte hanno fatto parte alla fine del secolo scorso del percorso della Settimana ciclistica di Sicilia organizzata da Ciccio Ingrillì. Due i Gran premi della montagna, entrambi di 4/a Categoria: il primo in località Pietre calde, dopo 82,4 chilometri e a 779 metri d'altezza; il secondo dopo 150 chilometri, a Vizzini, a 595 metri. La corsa attraverserà altri centri come Misterbianco (Catania), Lentini (Siracusa), Ferla (Siracusa), Grammichele (Catania), fino all'arrivo a Caltagirone, considerata la capitale delle ceramiche. L'ultimo chilometro di corsa è da togliere il respiro, visto che il traguardo è posto al culmine di una salita con pendenze al 13 per cento e un rettilineo finale di 300 metri. Catania è stata sede di tappa nel 1930 (vittoria di Mara), 1949 (Fazio), 1976 (Sercu, semitappa), 1986 (l'olandese Van Poppel), 1989 (ancora Van Poppel), 1999 (Cipollini) e 2003 (Petacchi). Caltagirone, invece, è all'esordio nella gara a tappe di Rcs Sport.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Piante: perchè tenere in casa la Dracaena Fragrans

social

Bonus Tv 2021: come richiederlo ed ottenerlo

Sicurezza

Risparmio di acqua ed energia: consigli e sistemi innovativi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Confcommercio Fipe: "Basta dall'1 febbraio riapriamo"

  • Formazione

    Lavoro: le figure professionali più ricercate dalle aziende

  • Meteo

    Meteo, da una inusuale estate all'inverno in solo 7 giorni

Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento