rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Sport

Il pugile catanese Pappalardo vince “ai punti” nella trasferta di Mantova e ora punta al Titolo

Il giovane peso Medio portacolori etneo della “Boxing Team Catania Ring” centra un altro prestigioso successo al “Memorial Lasagna” presso il ring del comune lombardo ed ora sente odore di “titolo tricolore”

Pappalardo vince e convince. La “nobile arte” targata Catania, torna a far parlare di sé a livello nazionale. Il giovane peso medio portacolori etneo della “Boxing Team Catania Ring” centra un altro prestigioso successo al “Memorial Lasagna” presso il ring del comune lombardo, a Mantova, ed ora sente odore di “titolo tricolore”. Successo sportivo ed emozioni sul quadrato di gara, così come a bordo ring e negli spalti, per il "VII Memorial Attilio Lasagna", andato in scena sul ring del Palazzetto Boni di Mantova: i nove incontri in programma, in particolare la combattuta vittoria ai punti di Gianluca Pappalardo su Kassimou Mouhamadou, hanno appassionato gli spettatori presenti, assai numerosi pur nel rispetto delle limitazioni anticovid. L'atteso "match clou" professionistico sulle otto riprese, categoria pesi medi, tra il catanese Gianluca Pappalardo e il francese Kassimou Mouhamadou, non ha tradito le attese: i due pugili hanno incrociato i guantoni, dando vita ad una battaglia assai equilibrata ed a ritmi serrati. Mouhamadou ha tenuto il centro del ring, ma il nostro atleta etneo Pappalardo pur soffrendo, è riuscito a mettere a segno i colpi migliori, più incisivi ed anche più numerosi in almeno cinque round, come al termine è stato decretato dai giudici. Punteggio finale, che ha sancito la vittoria del "gladiatore del ring" catanese ai punti, è stato di 75 a 73. Il giovane pugile Pappalardo, con il suo allenatore Aroldo Donini ed il suo procuratore Francesco Ventura, ha così portato a casa una meritata e importante vittoria, la nona consecutiva, mettendo nel mirino ora il titolo tricolore dei Medi. La boxe catanese torna a sognare in grande. Il giovane boxeur etneo “pro”, seguìto all'angolo da mister Aroldo Donini, è dunque pronto a palcoscenici di gara certamente più promettenti. “Questa vittoria corona ancòra una volta i miei 11 anni di allenamenti e sacrifici - commenta il giovane vincitore catanese - fuori e dentro al ring, che sono stati pazientemente seguiti dal mister Aroldo Donini, al quale devo il merito di avere sempre creduto nelle mie attitudini e assecondato tutte le fasi del mio percorso sportivo con dedizione professionale e umana”. Il team di preparatori che ha seguito l'atleta etneo nella trasferta vittoriosa in terra lombarda, era composto dai tecnici Aroldo Donini e Antonino Maccarrone, dal Dottor Pietro Tamburo e dal preparatore atletico Emanuele D'Ambrosio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pugile catanese Pappalardo vince “ai punti” nella trasferta di Mantova e ora punta al Titolo

CataniaToday è in caricamento