Sport

Il Taekwondo catanese ha il suo campioncino in erba

In luce l'atleta etneo nell'Arte marziale coreana

L'antica arte marziale coreana dei “guerrieri”, la “disciplina dei calci e dei pugni”, ha in territorio catanese la sua giovane promessa, un campioncino in erba che si è messo in luce nei giorni scorsi a Bagheria, nelle selezioni giovanili per il “Trofeo Coni” nazionale multisport del prossimo settembre. Riflettori puntati sul primo posto sul podio regionale, in un clima di festa e spettacolo, per Nicolò Venuto, una cintura rossa che indica “pericolo” per i mini-atleti del Taekwondo (rossa, è la cintura che precede la nera). “Alle selezioni di Bagheria - illustra soddisfatto, il maestro Valerio Bonanno della As Taekwondo yon di Catania - il mio piccolo allievo è emerso in una manifestazione che ha tenuto impegnati più di 200 atleti. Alla sua prima esperienza agonistica, Nicolò Venuto si è messo in luce da cintura rossa, sbaragliando gli avversari e conquistando il gradino più alto del podio: spero che il traguardo ottenuto, sia il primo di tanti altri”. Prossimo appuntamento agonistico per gli appassionati di arti marziali del Taekwondo, il 12 maggio a Barcellona Pozzo di Gotto, nel Messinese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Taekwondo catanese ha il suo campioncino in erba

CataniaToday è in caricamento