Martedì, 19 Ottobre 2021
Sport

ESCLUSIVA - Fedato: "Studio da Zidane. Il Catania? Devo restare umile"

A margine della presentazione del nuovo Bari 2012-13, Francesco Fedato parla del Catania, società che, assieme ai pugliesi, lo ha prelevato dal Lucca. Il giovane attaccante veneziano cerca di sfondare in Puglia per arrivare in Sicilia

Forse sarà passato un po' inosservato ai più ma c'è un giovane promettente che il Catania ha già "bloccato" per il futuro: si tratta di Francesco Fedato. Attaccante veneziano di diciannove anni, Fedato è stato prelevato dai rossoazzurri, in comproprietà con il Bari, dal Fc Lucca, società che milita nell'Eccellenza Toscana. Per farlo maturare, il club etneo ha deciso di lasciarlo per la stagione alle porte fra le mani dei pugliesi: Fedato, quindi, si troverà ad affrontare il campionato di serie B. Per conoscerlo meglio, abbiamo incontrato il giovane talento veneto a margine della presentazione della rosa 2012-13 del Bari, prima della partenza dei biancorossi per il ritiro di Alfedena.

Come ti senti a passare dal campionato di Eccellenza a quello di serie B, senza trascurare il fatto che metà del tuo cartellino è del Catania?

"Sono tanto orgoglioso. E' da quando avevo sei anni che sacrifico la mia vita per il calcio e sono felicissimo di aver avuto e colto questa opportunità".

La prossima stagione giocherai in serie B con la maglia del Bari. Quali sono i tuoi obiettivi?

"Il mio obiettivo è quello di crescere. Sarà la mia prima stagione in questa categoria e spero di poter dare il mio contributo. Sono contento di fare parte di questo gruppo giovanissimo".

Quali sono le tue caratteristiche tecniche e qual'è il giocatore a cui ti ispiri?

"Il giocatore a cui mi ispiro fin da quando ero bambino è Zidane. Come ruolo prediligo il trequartista ma gioco anche volentieri come esterno visto che lo scorso anno, giocando in quella posizione, ho fatto diciassette gol in un attacco a tre. ".

Magari in vista di un possibile passaggio a Catania l'anno prossimo...

"Eh, non sarebbe male a vent'anni trovarsi in serie A(ride, n.d.r.). Comunque so che bisogna rimanere umili e con i piedi per terra e so che sarà un anno duro. Sono qui per fare del mio meglio e per farlo dovrò impegnarmi tanto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ESCLUSIVA - Fedato: "Studio da Zidane. Il Catania? Devo restare umile"

CataniaToday è in caricamento