Venerdì, 22 Ottobre 2021
Sport

Juve Stabia-Catania, le pagelle: Parisi ingenuo, Marchese puntuale

Si fa trovare spesso e volentieri pronto all'appuntamento con il pallone l'esperto centrale rossazzurro. Soffre invece maledettamente il numero 28, in balia dell'ispirato Lisi, e lascia la squadra in inferiorità numerica. Pozzebon non trova la giocata

Ecco le pagelle di Juve Stabia-Catania. Finisce 0-0 la sfida di Castellammare. Gli etnei vengono così eliminati in virtù del peggior piazzamento al termine del campionato.

Juve Stabia (4-3-3) Russo; Cancellotti, Morero, Camigliano, Liviero; Matute, Capodaglio (Izzillo 70'), Mastalli; Kanoutè (Cutolo 75'), Ripa, Lisi.

Catania (4-3-3) Pisseri 6,5 , Parisi 4,5, Drausio 6,5, Marchese 7, Djordjevic 6, Bucolo 6, Scoppa 6, Mazzarani 6, Di Grazia 6 (De Rossi 6,5), Pozzebon 5 (Barisic 5,5), Manneh 6,5

CRONACA E TABELLINO

MiglioriToday. Manneh. Pulvirenti decide di lasciarlo in campo e togliere Di Grazia dopo l'espulsione rimediata da Parisi. Il giovanissimo rossazzurro con la maglia numero 33 gioca a tutto campo e prova in tutti i modi a trovare la giocata giusta per far male agli avversari. Un punto fermo da cui ripartire nella prossima stagione.

De Rossi. Contiene molto bene un Lisi che nella prima frazione era stata la vera spina nel fianco per gli etnei, seminando il panico dalle parti di Parisi.

Marchese. Dirige la difesa come un direttore d'orchestra, limitando i danni quando la squadra resta in inferiorità numerica. Un punto di riferimenti per i tanti giovani che la "cantera" rossazzurra sta riuscendo a sfornare.

PeggioriToday. Parisi. Il Catania paga a caro prezzo la prestazione ingenua del numero 28, sempre in balia di Lisi, fino a collezionare il doppio giallo. Espulsione pesante che costringe gli etnei a giocare per più di 50 minuti in inferiorità numerica.

Pozzebon. I rifornimenti latitano, ma il centravanti rossazzurro anche oggi appare svogliato e anonimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Juve Stabia-Catania, le pagelle: Parisi ingenuo, Marchese puntuale

CataniaToday è in caricamento