Juve Stabia-Catania, le pagelle: Marchese spinge, Ripa non punge

Spinta costante del numero 15 sulla sinistra per tutti i 90 minuti. In attacco gli etnei non pungono. Lodi gioca da leader tecnico e carismatico della squadra. In difesa Bogdan è superlativo

Ecco le pagelle di Juve Stabia-Catania. Vincono i rossazzurri nelle battute finali grazie ad un calcio di punizione di Mazzarani.

Juve Stabia: Branduani, Nava, Bachini, Morero, Crialese, Mastalli, Capece, Viola, Canotto, Strefezza, Lisi

Catania: Pisseri 6, Semenzato 6, Aya 6,5, Bogdan 7, Marchese 7, Lodi 7, Biagianti 6 (Mazzarani 6,5 64'), Caccetta 6,5, Di Grazia 6 (Manneh 6 64'), Ripa 5,5 (Curiale 6 64'), Russotto 5,5 (Rossetti 6 74')

TABELLINO E CRONACA

MiglioriToday. Marchese. I pochi pericoli creati dagli etnei portano la firma del numero 15 sempre bravo e puntuale ad arrivare sul fondo. I suoi cross, tesi e calibrati, sono una spina nel fianco per gli avversari. Motorino.

Lodi. Dai suoi piedi partono tutte le trame offensive più interessanti. Nella ripresa va vicino al gol su calcio piazzato: il suo sinistro si spegne di poco a lato

Bogdan: Un gigante con la maglia numero 26. Ripulisce l'area di rigore dai palloni sporchi e velenosi, respingendo tutti i tentativi della Juve Stabia. Lavora bene in sinergia con Aya. Muro.

PeggioriToday. Ripa. Non lascia ancora il segno il centravanti ex di turno nella gara odierna. Poche le palle giocabili per lui, ma il Catania ha bisogno anche dei suoi gol per continuare la scalata alla vetta della classifica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Massacrarono di botte un 54enne dopo averlo investito, in carcere due catanesi

Torna su
CataniaToday è in caricamento