menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Debacle Catania, Juve a valanga: adesso è zona retrocessione

Finisce 4-0 per i bianconeri. Dalle stelle alle stalle rispetto alla passata stagione. Il Catania piomba in piena zona retrocessione a tre lunghezze dalla quart'ultima e alla vigilia della sfida contro il Napoli al San Paolo

Dalle stelle alle stalle. Il Catania piomba in piena zona retrocessione. Tre le lunghezze dalla quart'ultima e alla vigilia della sfida contro il Napoli al San Paolo. La squadra di De Canio deve inoltre fronteggiare gli infortuni di Barrientos e Plasil, gli uomini più rappresentativi della squadra. Chi più ne ha più ne metta insomma. Questa sera in campo non c'è stata storia. Almeno dalla mezz'ora in poi. Prima infatti i rossazzurri hanno dato filo da torcere alla Juventus. Poco, troppo poco.

LE PAGELLE

SOLO 30 MINUTI. E' il Catania della stagione odierna. Parte bene nella parte iniziale della gara. Così anche contro il Sassuolo. Poi sparisce del tutto dal terreno di gioco in balia della forza degli avversari. Condizione fisica precaria? Sembra proprio di no. A mancare sono le idee e le trame di gioco. Eppure oggi De Canio era riuscito a trovare una soluzione interessate con un modulo inedito, 3-4-1-2, e un Keko in grande forma e capace di spaventare la retroguardia bianconera.

Illusione questa che dura quasi mezz'ora, quando una sfortunata deviazione regala la rete a Vidal. Il vantaggio bianconero è il via libera per la disfatta rossazzurra. Poco dopo ci pensa Pirlo con una parabola da calcio piazzato a bissare il risultato prima del fischio di chiusura dei primi 45' minuti.

GUARDA LA SINTESI DELLA PARTITA

GOLEADA. Quella bianconera nel secondo tempo. De Canio prova la reazione d'orgoglio togliendo Biraghi e inserendo Castro. Un assetto offensivo che finisce per esaltare le doti offensive della Juventus. Tevez fa 3-0 e addirittura Bonucci, tra i peggiori nella difesa bianconera questa sera, si toglie lo sfizio di segnare. Andujar non può che subire imperterrito la valanga Juventus.

La cura De Canio non ha dato i frutti sperato. Resta il problema in attacco. Non migliora il gioco: la squadra dopo i primi tempi molla e non incide nella maniera dovuta. Come fare per risollevarsi? Domanda che rischia di non avere risposta, almeno fino al rientro dei due uomoni più importanti: Plasil e Castro. Troppo tardi per rialzasi? Sarà il campo a decretarlo. Da oggi, purtroppo, non si scherza più: occorre stringere i denti e soffrire.

TABELLINO JUVENTUS-CATANIA 4-0

Juventus 3-5-2 Buffon Caceres Bonucci Chiellini De Ceglie Vidal (Pogba) Pirlo Marchisio Isla Tevez (Giovinco) Llorente
Catania 3-4-1-2 Andujar Rolin (Capuano) Legrottaglie Gyomber Alvarez Guarente Almiron Biraghi (Castro)  Keko Bergessio Petkovic (Lopez)

Marcatori: Vidal, Pirlo, Tevez, Bonucci

Ammoniti: Pirlo Chiellini

Espulsi: Guarente

Arbitro: Guida

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

McDonald’s, l’iniziativa "Sempre aperti a donare" arriva a Catania

Utenze

Rettifica della bolletta luce e gas: come richiederla

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento