La “Taekwondo yon” chiude col botto la stagione agonistico-marziale con 6 medaglie

La società catanese della pratica marziale coreana dei calci volanti, in evidenza alla kermesse agonistica internazionale “Grecia-salentina" in provincia di Lecce

Il Torneo internazionale di Taekwondo, in Puglia, parla anche... catanese. Superbo risultato per 6 artisti marziali della “Taekwondo yon” di Catania che arrivano in zona medaglia nell'arte marziale basata sull'uso di tecniche di calcio volante, nonché sport olimpico da combattimento celebre per la spettacolarità dei colpi, alla kermesse "Internazionale Grecia-salentina" della “Fita” organizzata a Martano in provincia di Lecce. La consueta trasferta salentina, giunta alla sua quinta edizione, e che ha visto sui tatami circa 1.500 atleti-sfidanti provenienti da 10 nazioni - ossia da tutte le regioni d’Italia e da Canada, Perù, Albania, Montenegro, Grecia, Moldavia, Germania, Lussemburgo e Svizzera -, ha dato soddisfazioni e regalato medaglie di pregio alla società del tecnico Valerio Bonanno, che nella disciplina marziale coreana degli antichi “guerrieri” chiude col botto la stagione agonistico-marziale. I 6 atleti portacolori etnei di taekwondo, fra piccoli e adulti, hanno preso parte a questo evento conquistando ognuno una medaglia. Nello specifico, i piccoli atleti hanno strappato un bronzo con Antonio Mocciaro, che lo scorso anno non era riuscito ad arrivare in zona podio; un argento con Gabriele Galizia, che in finale si ferma solo per tre punti combattendo in maniera egregia; mentre per i più grandi in lizza, i medagliati della “Taekwondo yon” sono stati Marina Di Benedetto, che conquista il terzo gradino del podio; Giulio Scordo che vince la semifinale ma non disputa l'incontro successivo per un brutto infortunio al piede; e “dulcis in fundo” Maria Di Francesco e Mirko Petrolito, che conquistano l'oro, entrambi per ko, difendendo al meglio i titoli conquistati negli scorsi anni. Più che soddisfatto il tecnico Valerio Bonanno: “Un anno molto intenso quello appena concluso - dice il maestro della società ospitata presso la palestra 'Yamato Judo Clan' del maestro Domenico Corsaro all'interno dello stadio Massimino -, pieno di tantissimi appuntamenti sportivi e non tutti sono andati come desideravo, però la crescita dimostrata dai ragazzi con questi ultimi risultati rappresenta una conquista sia per me che per loro. Adesso ci attende il meritato riposo prima di ripartire a settembre più carichi che mai".

Potrebbe interessarti

  • Anedonia: definizione, sintomi e cura

  • Smettere di fumare fai-da-te: alcuni consigli

  • Abbronzatura: consigli per esaltarla

  • Casa: come eliminare la sabbia

I più letti della settimana

  • Incidente stradale sull'asse dei servizi, ferite due persone in moto

  • Catania 2.0: "Quanto ha speso il Comune per la visita del ministro?"

  • Crolla una parete interna del cratere di Nord-Est dell’Etna

  • Catania Summer Fest: tutti gli appuntamenti dal 17 al 31 agosto

  • Sparatoria a Ucria, il presunto assassino è originario di Paternò

  • San Gregorio, polstrada denuncia 12 "furbetti del casello"

Torna su
CataniaToday è in caricamento