Lo Monaco si dimette e Pulvirenti gli consiglia un po' di riposo

Lo Monaco: "Il mio cammino con il Catania si interrompe qui". E poi, la risposta di Pulvirenti: "Tutti sono utili, nessuno è indispensabile"

Un pomeriggio inaspettato quello di ieri per il Calcio Catania e i suoi tifosi. I diverbi degli ultimi giorni tra Lo Monaco e Pulvirenti sul caso Salernitana, avevano turbato la squadra. Ma nessuno si aspettava una conferenza stampa, indetta dallo stesso Lo Monaco, per rendere note le sue dimissioni. E, invece, così è stato. Da Torre del Grifo, "l'atto dovuto", così l'ha definito l'Ad della squadra.

"E' arrivato il momento di mettere i puntini sulle 'i'- comincia Lo Monaco- Mi riferisco alle dichiarazioni del Presidente Pulvirenti in merito al mio tentativo di rilevare, a titolo personale e senza coinvolgere il Catania, una squadra della Lega nazionale dilettanti, la Salernitana. Il presidente ha dichiarato che non sapeva nulla di queste mie mosse, ma solo falsità: lui era stato messo al corrente di tutto sin dal primo momento". " Il Presidente si è permesso di dire che io mi stavo preparando la strada per trovare un'alternativa al Catania: mi viene da ridere. Io che ho rinunciato per il Catania a società importanti di Serie A, mi trovo l'alternativa tra i dilettanti. E' assurdo. Continuerò a volere bene ad Antonino Pulvirenti, insieme al quale ho vissuto dieci anni splendidi, ma il mio cammino con il Catania si interrompe qui".

Immediato il botta e risposta del Presidente Pulvirenti che, con tono ironico, smorza la frattura. "Il direttore dice che è stanco? Beh, su questo sono d'accordo con lui. Magari ha davvero bisogno di un periodo di riposo, di un periodo di buon retiro". "Tutti sono utili, nessuno è indispensabile". Il presidente del Catania, Nino Pulvirenti, reagisce così alla notizia delle dimissioni. "Mi sarei aspettato una telefonata prima di sapere delle sue dimissioni dalla stampa. Possibilità di ricucire il rapporto? Dieci anni insieme non si bruciano in giorno. Dovrò parlare con lui e capire le sue reali intenzioni".

 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arresti a raffica della squadra mobile etnea

  • Dimentica il figlio in auto alla Cittadella, muore bimbo di 2 anni

  • 8 cibi che non dovrebbero essere dati ai bambini

  • Traffico di droga, nel mirino i clan Cappello-Bonaccorsi e Cursoti Milanesi: 40 arresti

  • Incidente stradale, auto si ribalta in tangenziale: conducente bloccato all'interno

  • Traffico di droga pilotato dai clan, 40 arresti: i nomi

Torna su
CataniaToday è in caricamento