Lodi: settimana del prolungamento. Barrientos lancia la sfida al Napoli

Entro la fine della settimana potrebbe arrivare il prolungamento contrattuale del centrocampista Francesco Lodi. Nel frattempo, in vista del prossimo impegno in campionato, Barrientos lancia la sfida al Napoli

Dopo la negativa trasferta di Firenze, il Catania è tornato al lavoro in vista del prossimo impegno di campionato. Mentre la squadra agli ordini di Maran lavora sul campo, interessanti sviluppi si attendono anche dalla 'stanza dei bottoni': questa settimana, infatti, potrebbe essere quella del prolungamento contrattuale di uno dei pezzi pregiati degli 'elefanti' ossia Francesco Lodi. Dopo i rinnovi di Gomez e Barrientos, quindi, la società etnea punta a blindare un altro dei suoi pezzi da novanta: al centrocampista napoletano, infatti, verrà proposto un prolungamento di due anni per portare al 2017 la scadenza del contratto, attualmente in essere fino al 2015. Lodi, dal canto suo, ha dichiarato la scorsa settimana di essere pronto a firmare l'adeguamento contrattuale visto che i siculi, come dichiarato dal giocatore stesso, hanno permesso al numero 10 rossoazzurro di giocare in serie A con continuità. Le parti non sono molto distanti: il Catania, nel precedente incontro con il procuratore del giocatore, ha offerto un adeguamento di 70mila euro annui da raggiungere fino al 2017 mentre Lodi e il suo entourage premono per un aumento di 100mila euro che porterebbe l'ingaggio del mancino campano dai quattrocento ai cinquecento mila euro. L'accordo, quindi, sembra essere una formalità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel frattempo, tornando alle vicende del campo, il Catania ha iniziato i lavori in vista del prossimo impegno, quello che domenica porterà i rossoazzurri ad ospitare al Massimino una delle capoliste, il Napoli di Mazzarri. Una partita ostica contro una delle squadre più in forma del momento come sottolineato in conferenza stampa ieri dal 'Pitu' Barrientos: "Il Napoli è una grandissima squadra: sono forti e veloci, hanno qualità e fiducia, si parla tanto di loro e non è un caso. Se può puntare allo scudetto? Sì. Per battere gli azzurri, quindi, dovremo dare il 101% e fare una grande partita". Il centrocampista rossoazzurro, poi, torna indietro con la mente alla negativa trasferta di Firenze per analizzare la partita sua e dei suoi compagni: "Domenica non abbiamo fatto ciò che ci aspettavamo per cui dobbiamo approfondire al meglio quanto è accaduto. In particolare - seguita il 'Pitu' - a Firenze non siamo riusciti a mettere in campo quello che avevamo provato e studiato nelle due settimane precedenti in allenamento. Io stesso non sono stato all'altezza. Sul piano personale non sono ancora al meglio ma il momento giusto arriverà presto, sono fiducioso. Voltiamo pagina - conclude il centrocampista argentino -. Siamo un'ottima squadra e possiamo dimostrarlo in ogni occasione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Palermo-Catania, illeso il cantante neomelodico De Martino: morto un 60enne

  • Incidente stradale sulla Palermo-Catania, scontro tra un furgone e una Porsche: un morto e due feriti

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Arrestato anche il secondo rapinatore della gioielleria di via Umberto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento