Lodi rinnova fino al 2016: "Gettati i presupposti per restare qui a vita"

Dopo il rinnovo del contratto fino al 2016, il centrocampista napoletano Francesco Lodi si dice raggiante dell'accordo trovato e ipotizza un lungo futuro con la casacca rossoazzurra

Finalmente è arrivata la lieta notizia: dopo vari mesi di attesa, nello scorso weekend il Catania ha comunicato che il numero dieci rossoazzurro Francesco Lodi ha rinnovato il contratto che lo lega al club etneo. Il centrocampista napoletano, il cui contratto precedente scadeva il prossimo giugno, ha sancito il suo legame con gli 'elefanti' fino al 2016.

Dopo Gomez e Barrientos, quindi, un altro pezzo pregiato rossoazzurro viene blindato dalla società etnea. L'accordo fra le parti porterà Lodi a vestire la maglia del Catania, in via ipotetica, fino a trentadue anni: ed è questo uno degli aspetti maggiormente sottolineati dal mancino campano. Lodi, infatti, si dice entusiasta di aver gettato le basi per una permanenza a vita in Sicilia: "Sono felicissimo - ha detto il giocatore a calciocatania.it -. Questo è un atto di grande fiducia da entrambe le parti. Ho apprezzato lo sforzo economico compiuto dalla società e voglio condividere la soddisfazione con tutti: io tengo a questa maglia, ai tifosi ed alla città e spero di poter fare sempre meglio, da oggi e fino alla scadenza del nuovo contratto. Il mio desiderio di firmare non è mai stato in discussione e non ho mai messo in dubbio la mia permanenza qui. Con questo accordo - chiude Lodi - si creano i presupposti giusti per restare rossoazzurro a vita. Per me è un passo molto importante: a 32 anni avrò certamente ancora voglia di continuare a giocare e chiudere la carriera nel Catania sarebbe bellissimo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

Torna su
CataniaToday è in caricamento