Maxi Lopez non va in ritiro: Samp o Toro. Lanzafame primo bomber

Come confermato dal direttore generale rossoazzurro Gasparin, Lopez non ha raggiunto i compagni in ritiro ed è vicino alla cessione. Nella prima amichevole in famiglia il bomber è Lanzafame, autore di una doppietta

Ormai non ci sono più dubbi: Maxi Lopez a breve non sarà più un giocatore del Catania. La conferma è arrivata ieri dalle parole dell'amministratore delegato e direttore generale etneo Sergio Gasparin che, a seguito dell'inizio del ritiro rossoazzurro, partito domenica pomeriggio, ha commentato l'assenza nel gruppo dei 31 uomini a disposizione di Rolando Maran della 'galina de oro'. Gasparin, infatti, ha commentato così il mancato arrivo del bomber sudamericano a Torre del Grifo: "Non c'è Lopez ma è un'assenza prevista: stante il fatto che nelle ultime ore si è sviluppata una trattativa per la cessione, abbiamo concordato con l'agente che fino alla conclusione della stessa, positiva o negativa, il ragazzo non arrivi a Catania". Queste le parole di Gasparin che lasciano poco spazio a dubbi: Lopez a breve partirà. Le destinazioni possibili per l'argentino sono due: Sampdoria e Torino. I blucerchiati, però, sembrano nettamente in pole come spiegato dal procuratore di Lopez Andrea D'Amico che ieri, ai microfoni di PrimoCanaleSport, ha dichiarato: "Su Maxi Lopez la Samp sta lavorando bene e molto seriamente. Penso che in poco tempo la trattativa assumerà un contorno più definito. Maxi, inoltre, ha manifestato la volontà di venire a Genova. Aspettiamo, comunque, prima di dare l'operazione come conclusa, ma domani(oggi, n.d.r.) può essere una giornata importante". Sampdoria in pole quindi e Torino che sta alla finestra in attesa, magari, di qualche colpo di scena.

Nel frattempo per gli altri trentuno uomini a disposizione di mister Rolando Maran è iniziato il lavoro in vista della stagione 2012-13: nella mattinata di ieri quattro gruppi di lavoro si sono alternati in palestra sottoponendosi ad alcuni test isometrici e fisici predisposti dal professor De Bellis mentre nel pomeriggio seduta con il pallone. Prima venti minuti di tecnica e palleggio, poi la prima partitella su campo ridotto: il primo 'bomber' stagionale è stato Davide Lanzafame, autore di una doppietta. Catellani e Ricchiuti hanno completato il tabellino del definitivo 3-1 della prima sgambata stagionale. Per chiudere, infine, seduta aerobica e stretching. Il primo test match etneo è fissato per sabato: a porte chiuse, infatti, i rossoazzurri affronteranno lo Sporting Barriera, formazione che milita nel campionato di Prima Categoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

  • Covid, ordinanza di Musumeci: in Sicilia "zona rossa" con maggiori restrizioni

  • Coronavirus, 1587 nuovi casi in Sicilia: a Catania +469

  • Raid punitivo per un commento su "Tik Tok": denunciate quattro donne

  • Coronavirus, Musumeci: "Allarme contagi da Palermo, Catania e Messina"

  • Coronavirus, Musumeci: "Se dati non miglioreranno, altri 15 giorni di zona rossa e scuole chiuse"

Torna su
CataniaToday è in caricamento