Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Sport

Pari rocambolesco tra Catania e Melfi, rossazzurri recuperati due volte

Il Catania cambia pelle in corsa e Plasmati rileva Musacci passando al 4-2-3-1 con trazione anteriore. Quando il Catania è chiamato a gestire il risultato, ecco allora che arrivano i primi problemi. L'ingresso in campo di Lulli, che rileva Russotto, non riesce a dare quel qualcosa in più in mezzo al campo. Finisce 3-3

Potevano essere tre punti, così come poteva essere sconfitta. La gara tra Melfi e Catania ha ribaltato qualsiasi schema e pronostico. Tanti gli errori tecnici, su tutti quello di Bastianoni in occasione dell'1-1, tante anche le prodezze, come quelle sfornate da Russotto.

VANTAGGIO VANIFICATO. I rossazzurri provano a indirizzare subito la gara, siglando la rete del vantaggio con Agazzi. Ma dopo l'errore di Bastianoni, che si lascia piegare i guantoni sugli sviluppi di un tiro innocuo di Longo, la gara prende una piega inaspettata ed è addirittura il Melfi ad andare in vantaggio. Ci pensa poi il solito Russotto a riaccendere le speranze di vittoria per gli etnei.

PRIMA PLASMATI, POI LULLI. Il Catania cambia pelle in corsa e Plasmati rileva Musacci passando al 4-2-3-1 con trazione anteriore. La voglia di portare a casa i tre punti porta in gol Russotto, in giornata di grazia. Quando il Catania è chiamato a gestire il risultato, ecco allora che arrivano i primi problemi. L'ingresso in campo di Lulli, che rileva Russotto, non riesce a dare quel qualcosa in più in mezzo al campo e i rossazzurri pagano la giornata di grazia di Canotto, bravo a tenere sulle spine Nunzella per tutti i 90 minuti. Nel tiro dell'esterno offensivo dei padroni di casa, che porta al 3-3, da rivedere il piazzamento di Bastianoni.

Alla fine il pari è il risultato più giusto, ma visto il doppio vantaggio del Catania, poi vanificato dal ritorno degli avversari, questo punto conquistato lascia l'amaro in bocca

TABELLINO MELFI-CATANIA 3-3 (Agazzi 17'-Longo 28'-27'Herrera-Russotto 30'-73'-Canotto 78')

Melfi (4-2-3-1) Santurro; Cason, Demontis, Colella, Amelio; Finazzi (dal 61′ Maimone), Giacomarro; Canotto, Herrera, Masini (dal 58′ Lescano); Longo (dal 71′ Tortolano)

Catania (4-3-3) Bastianoni; Garufo, Bergamelli, Pelagatti, Nunzella; Agazzi, Musacci (Plasmati 71'), Russo (dal 51′ Scarsella); Russotto (dal 77′ Lulli), Calil, Falcone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pari rocambolesco tra Catania e Melfi, rossazzurri recuperati due volte

CataniaToday è in caricamento