Messina-Catania, probabili formazioni: Petrone tentato dalle due punte

Tavares-Pozzebon potrebbero partire insieme dal primo minuto nella sfida tutta siciliana. Il tecnico, che ha lavorato in settimana valutando a fondo le potenzialità della rosa, scioglierà tutti i dubbi soltanto in prossimità del match. Difficile tracciare con esatezza la formazione che domani scenderà in campo

Derby o non derby, la sfida tra Messina e Catania mette in palio punti pesanti in un momento della stagione cruciale per entrambe le formazioni siciliane. La prima lotta per evitare il baratro della retrocessione, l'altra deve stare attenta a non farsi sfuggire l'obiettivo play-off, ottenendo il miglior piazzamento possibile in classifica. Le polemiche che hanno condito la settimana, le tante dichiarazioni rilasciate dalle rispettive dirigenze, lasceranno adesso spazio al campo, supremo giudice. Sugli spalti saranno presenti anche i tifosi rossazzurri dopo l'ok della Questura di Messina: saranno 500 in tutto.

QUI CATANIA. Petrone scioglierà soltanto in extremis gli ultimi dubbi. Indisponibili soltanto i lungodegenti Baldanzeddu e Di Cecco. Resta un rebus lo schieramento dei rossazzurri nella sfida in programma domenica, ore 14.30, allo stadio "Franco Scoglio". Il tecnico degli etnei potrebbe dare fiducia al duo offensivo Tavares e Pozzebon dal primo minuto, rimpolpando la mediana, con l'impiego di Bucolo. In caso di 4-3-1-2 sarebbero tragliati fuori Di Grazia e Russotto, situazione inversa invece con il 4-2-3-1, dove a rischiare, in questo caso, sarebbe Mazzarani. Recupera Bergamelli in difesa, ma difficile il tecnico possa rinunciare alla difesa a 4. Ipotesi comunque non da escludere completamente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia: maxi confisca da 31 milioni a Guglielmino, il "re" dei supermercati

  • Operazione antimafia, 12 “piazze di spaccio” di San Giovanni Galermo nel mirino dei carabinieri

  • Covid, Musumeci: "Negozi chiusi la domenica, non ci possiamo permettere assembramenti"

  • Blitz dei carabinieri grazie a collaboratore di giustizia: era il nuovo reggente del clan Nizza

  • Disposizioni anticovid, i carabinieri controllano gli spostamenti tra comuni

  • I soldi della droga per le famiglie dei detenuti: parlano i "libri mastri" di Schillaci

Torna su
CataniaToday è in caricamento