Sport

Meta Catania rialza la testa in vista di gara 3: vittoria al cardiopalma contro Acqua e Sapone

Emozioni da playoff scudetto della massima serie del futsal. Nella sfida casalinga tra le mura amiche si è racchiuso tutto in 48 centesimi di secondo, un ultimo fiato e un calcio d’angolo

Meta Catania vince in gara due contro Acqua e Sapone. Emozioni da playoff scudetto della massima serie del futsal. Nella sfida casalinga tra le mura amiche si è racchiuso tutto in 48 centesimi di secondo, un ultimo fiato e un calcio d’angolo. La palla tesa dentro l’area di Mammarella e il tocco, la carambola del destino con la palla che scorre a gonfiare la rete del 4-3 e della vittoria. Apoteosi Meta Catania Bricocity che batte l’Acqua&Sapone dopo una gara pazzesca decisa nei secondi finali. L’espulsione di Josiko e la rete di Lukaian del 3-3 a un minuto dalla fine poteva stordire e uccidere anche il più grosso dei tori. Invece la formazione di Samperi ha messo testa, cuore e passione fino all’ultimo respiro salvata anche dalla doppia parata da urlo di Mambella.

Una partita ricca di emozioni, di episodi dubbi nelle decisioni arbitrali con un primo tempo terminato sull’1-1 con la rete di Fusari e la splendida saetta di destro di Maurizio Silvestri. Nella ripresa quattro minuti pazzeschi della Meta Catania Bricocity con Mammarella in versione superman nei due interventi salva risultato su Italo Rossetti. Al quinto il colpo di Coco a portare nuovamente sopra l’Acqua&Sapone.

Rossazzurri però sul pezzo e motivati e trascinati dal capitano Carmelo Musumeci. Gara elettrica, nervosa e appesa ad un filo. La Meta Catania ci credeva e portava l’Acqua&Sapone al sesto fallo: Kuraja non sbagliava dal dischetto trasformando il libero del 2-2. Gara riaperta e spinta degli etnei: Samperi staccava la carta uomo in più, col portiere di movimento e Fabinho riusciva a bucare Mammarella per il sorpasso. Succedeva di tutto a un minuto dal termine con l’espulsione di Josiko che faceva sobbalzare la panchina rossazzurra. L’inferiorità numerica, lo spettro di uscire, prima del miracolo di Mambella e dell’apoteosi che vi abbiamo raccontato. Adesso gara 3 in quel di Pescara cercando una nuova impresa. Coach Samperi autore della 100° vittoria sulla panchina rossazzurra.

META CATANIA BRICOCITY-ACQUA&SAPONE UNIGROSS 4-3 (1-1 p.t.)

META CATANIA BRICOCITY: Mambella, Rossetti, Baldasso, Josiko, C. Musumeci, Messina, Silvestri, Kuraja, L. Musumeci, Fabinho, Baisel, Biagianti, Rinaudo, Manservigi. All. Samperi

ACQUA&SAPONE UNIGROSS: Mammarella, Murilo, Coco, Gui, Dudu, Marrazzo, Fusari, Calderolli, Misael, Fetic, Rafinha, Zappacosta, Lukaian, Ricordi. All. Scarpitti

MARCATORI: 9’30” p.t. Fusari (A&S), 9’45” Silvestri (M), 5′ s.t. Coco (A&S), 14’45” t.l. Kuraja (M), 17’06” Fabinho (M), 18’56” Lukaian (A&S), 19’59” aut. Rafinha (M)

AMMONITI: Gui (A&S), C. Musumeci (M), Baldasso (M), Josiko (M), Dudu (A&S), Coco (A&S), Mambella (M)
ESPULSI: al 18’44” del s.t. Josiko (M) per somma di ammonizioni

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Meta Catania rialza la testa in vista di gara 3: vittoria al cardiopalma contro Acqua e Sapone

CataniaToday è in caricamento