menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meta Catania ai quarti di finale di Coppa, vittoria prestigiosa contro Maritime Augusta

Gara tesa, senza risparmio per ambedue le squadre. Grande mole e principi di gioco per una Meta Catania Bricocity che vince il gap di rosa ampia e qualità di campioni in campo con una saggia e perfetta strategia in campo, sferrando il colpo decisivo ai calci di rigore

Meta Catania vola ai quarti di Coppa Divisione battendo il Maritime Augusta ai calci di rigore. Una vittoria prestigiosa quella conquistata dagli etnei al Palajonio contro un avversario costruito anche quest'anno per vincere su tutti i fronti.

La gestione di Samperi è stata impeccabile, contando il momento e soprattutto con una panchina ridotta rispetto agli avversari. Questo per lottare dal primo all’ultimo minuto gestendo forze e intensità anche in vista dell’atra sfida, ancora derby, ma stavolta in campionato in programma venerdì al PalaCatania.

Studio, tatticismo e partita a scacchi tra Polito e Samperi, i due tecnici delle due squadre siciliane di serie A. Una prima frazione molto tattica con le due squadre che chiudono il parziale sull'1-1, segno questo di una sfida serrata dal primo fino all'ultimo istante. La ripresa è stata persino bella e divertente per gli spettatori fin da primi minuti: occasioni e ribaltoni da una parte e dell'altra, con i rossazzurri che sfiorano il raddoppio con Espindola che davanti a Dalcin non ribadisce in rete.

Al minuto tredici Fortino d’astuzia si procura la punizione che materializza il 2-1 di Simi. Ma la Meta Catania alza la testa in maniera veemente con due discese devastanti dove Dalcin prima chiude sulla botta di Constantino e poi trova l’immediato pareggio al minuto quattordici col migliore in campo Espindola. Gara apertissima e con i continui cambi di fronte. Prima il Martime letale sale sul 3-2. Poi il nuovo pareggio: 3-3 e Meta infinita.

ExtraTime con cinque falli a testa e spettro decisivo del tiro libero dietro l’angolo. Gara tesa, senza risparmio per ambedue le squadre. Grande mole e principi di gioco per una Meta Catania Bricocity che vince il gap di rosa ampia e qualità di campioni in campo con una saggia e perfetta strategia in campo. Succede poco: possesso, aggressività ma parate nella norma di un sempre attento e presente Perez. Nel secondo tempo supplementare Musumeci sfiora il palo e Perez trenta secondi dopo mette in angolo su Fortino. Secondi finali di intensità con un fallo clamoroso e possibile libero non fischiato a Musumeci e Maritime pericolosa dentro l’area etnea e finale con Musumeci ancora a mettere i brividi a Dalcin.

La lotteria dei rigori è da i brividi: Musumeci buca Putano, mentre Tornatore neutralizza subito il rigore di Crema. Tres non sbaglia, ma nemmeno Fortino. Azzoni calcia a botta sicura e gonfia la rete permettendo alla Meta Catania Bricocity di sbancare il Palajonio, eliminando la Maritime e staccando il pass per i quarti di finale con una vittoria prestigiosa.

MARITIME AUGUSTA-META CATANIA BRICOCITY  (1-1)

MARITIME: Dalcin, Caio, Zanchetta, Cabreuva, Fortino. A disposizione: Putano, Crema, Follador, Spampinato, Mancuso, Simi, Pedrinho. All. Polito

META CATANIA BRICOCITY: Perez, Espindola, Tres, C.Musumeci, Constantino. A disposizione: Tornatore, Ernani, L.Musumeci, Amoedo, Messina, Dalcin, Azzoni. All. Samperi

MARCATORI: al 10’ Constantino – al 18’15’’ Follador; al 13’s.t. Simi – al 14’s.t. Espindola – al 14’30’’Maritime – 15’04’’ Amoedo –

AMMONITI: Crema al 7’20’’p.t. – Espindola al 13’s.t. –

SEQUENZA RIGORI: Musumeci segnato, Crema Fallito, Tres segnato, Fortino segnato, Azzoni segnato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Covid-19 e meteo: come le temperature agiscono sul virus

Sicurezza

Bonus antifurto 2021: i requisiti per richiederlo

Ristrutturare

Parquet in casa: guida ai diversi tipi di legno

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

CataniaToday è in caricamento