Meta Catania, ripartenza post lockdown: programmazione e obiettivi

Intervista di CataniaToday al presidente del club che milita in serie a di calcio a 5, Enrico Musumeci. Tra i temi affrontati anche l'aspetto economico dopo il periodo di stop prolungato. A breve verrà ufficializzato l'ultimo acquisto per completare il numero di stranieri in rosa

La Meta Catania è pronta ad affrontare una nuova stagione dopo lo stop forzato e prolungato a causa della pandemia da Covid-19. Il roster a disposizione di mister Salvo Samperi è quasi al completo. Manca un solo tassello, come svelato dal presidente del club rossoazzurro Enrico Musumeci a CataniaToday. Tra i svariati temi toccati nel corso dell'intervista anche quello riguardante l'aspetto economico, non secondario alla luce della crisi che ha intaccato l'interro tessuto sociale e produttivo del territorio italiano. 

La Divisione di Calcio a 5 ha adottato delle misure straordinarie per far si che le società e il mondo dello sport risentissero di meno della crisi economica in atto. E' stata prevista in particolare una riduzione della fideiussione del 20% per le squadre di serie A, oltre alla possibilità di rateizzare le quote di iscrizione al prossimo campionato, con un pagamento suddiviso in 4 tranche. 

Presidente Musumeci queste agevolazioni e contributi messi in atto dalla Lega Nazionale Dilettanti sono sufficienti dal vostro punto di vista?

"La cosa positiva è quella legata alla rateizzazione dell'iscrizione, una misura che permette di allegerire i costi, dilatandoli lungo il corso del campionato. In generale mi auspicavo invece qualcosa in più, alla luce della situazione venutasi a creare a seguito dello stop forzato, non dimentichiamo che l'anno scorso abbiamo pagato per un anno intero di campionato, ma abbiamo disputato il 70% della stagione" 

Altro tema al centro di interesse per il mondo sportivo è quello legato al credito d'imposta sulle sponsorizzazioni. Una misura che potrebbe salvare l'intero movimento nell'era post-Covid e che viene richiesta in maniera pressante da tutte le Leghe sportive. L'obiettivo di un provvedimento del genere sarebbe quello legato alla salvaguardia di settori giovanili e squadre dilettantistiche che avrebbero inevitabilmente ripercussioni con un'eventuale fuga da parte degli sponsor, i quali sono spesso aziende che operano nel territorio. 

Presidente Musumeci altro tema di grande attualità è quello legato al credito d'imposta. Se ne parla tanto a livello nazionale, ma ancora ad oggi nulla di concreto

"Abbiamo fatto parecchie riunioni noi come Meta Catania per quanto riguarda lo sviluppo commerciale. Tutto il movimento aspetta un credito d'imposta sulle sponsorizzazioni, e secondo noi sarebbe l'unico modo per rilanciare il mondo dello sport in maniera netta e chiara, verrebbe infatti molto più semplice reperire sponsor e in questo periodo segnato dalla pandemia le difficoltà imprenditoriali le sappiamo, sono note a tutti"

La Meta comunque c'è. E' sul pezzo, nonostante queste difficoltà che tutto il mondo dello sport si trova inevitabilmente a fronteggiare in questo periodo

"La Meta è sul pezzo e non possiamo permetterci di fermarci. I sacrifici prima erano tanti, adesso diventano tantissimi. Lavoriamo tanto. Sappiamo sarà tutto più difficile, ma noi stiamo cercando di organizzare un campionato competitivo come abbiamo sempre fatto"

La rosa è quasi al completo?

"A breve verrà ufficializzato l'ultimo acquisto e completeremo così il numero massimo di stranieri da avere in rosa, sette in tutto. Verranno poi inseriti tre giovani dell'under 19 in rosa per completare la rosa a disposizione. Noi siamo già pronti, il mercato finisce a settembre quest'anno, ma abbiamo lavorato subito con idee chiare per dare una squadra a disposizione del nostro mister nel più breve tempo possibile"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza: la Sicilia diventa zona gialla

  • Maltempo, danni ad abitazioni nella zona sud di Catania

  • Coronavirus, morto un giovane di 29 anni: era il figlio di un cancelliere del Tribunale

  • Coronavirus, nuova ordinanza di Musumeci: ecco cosa cambia in Sicilia

  • Coronavirus, bimba di 5 anni ricoverata in rianimazione a Catania

  • Tromba d'aria su Catania: danni ad abitazioni, alberi caduti e contatori saltati

Torna su
CataniaToday è in caricamento