Montella-Fiorentina: la chiave è uno fra Cerci e Nastasic

Pulvirenti non molla e per lasciare partire il tecnico Montella vuole una ricompensa adeguata. Si punta a Cerci ma la Fiorentina è restia mentre e più fattibile il discorso relativo a Nastasic e Camporese

Continua senza soluzione di continuità il braccio di ferro fra la Fiorentina e il Catania per Vincenzo Montella. E' ormai palese che il tecnico campano non resterà in rossoazzurro nella stagione 2012-13 e, con grossa probabilità, la prossima destinazione dell'Aeroplanino sarà proprio Firenze. Ciò nonostante, le due parti in causa sembrano distanti: il presidente etneo Pulvirenti, infatti, pretende una lauta ricompensa per sganciare l'allenatore campano dalla panchina del Massimino e questo sta ritardando di parecchio l'ufficializzazione del divorzio fra la società sicula e l'ex allenatore della Roma.

Per provare a sbloccare una trattativa sempre sul punto di decollare definitivamente ma che, di fatto, non ha ancora spiccato il volo, il Catania pare abbia chiesto alla società toscana Alessio Cerci: l'esterno offensivo 24enne di scuola Roma piace molto alla dirigenza rossoazzurra che avrebbe sondato il terreno con i vertici viola al fine di portare alle pendici dell'Etna il giocatore. Cerci, che aveva iniziato la scorsa stagione da separato in casa, si è "ripreso" la Fiorentina con una seconda parte di annata da protagonista visto che, complessivamente, l'ala numero sette alla chiusura della stagione agonistica ha collezionato 25 presenze corredate da ben 8 gol. Questo exploit ha fatto si che la quotazione di Cerci e il suo status all'interno del gruppo viola riprendesse quota e, per tale motivo, la dirigenza toscana sembra abbia risposto picche alle richieste del club catanese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'alternativa, però, è calda e ben più fattibile: sembra, infatti, che l'accordo per l'approdo di Montella al Franchi possa arrivare grazie a due giovani difensori. Pare, cioè, che in alternativa a Cerci la dirigenza etnea sia interessata a Michele Camporese e Matija Nastasic. Vent'anni appena compiuti il primo e diciannove il secondo, Camporese e Nastasic sono due difensori centrali di sicura prospettiva, come hanno dimostrato nell'ultima stagione. Camporese, prodotto del vivaio viola, ha iniziato a ritagliarsi spazio già nel 2010 e nell'arco degli ultimi due campionati ha collezionato 20 presenze in serie A mentre il serbo, già punto fermo della sua nazionale under 21 e arrivato in sordina nell'estate del 2011 dal Partizan Belgrado, è diventato subito importante per il club viola visto che nella scorsa stagione ha giocato per ben 24 volte in campionato di cui addirittura 20 da titolare segnando anche due gol. Il club del presidente Pulvirenti vorrebbe ottenere la comproprietà di entrambi i giocatori e sembra che la Fiorentina ci stia pensando. Il valore del cartellino di Camporese e Nastasic è, rispettivamente, di 2 e 4 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Musumeci: "In Sicilia 4 zone rosse, dobbiamo evitarne altre"

  • Lungomare, uomo colto da infarto si accascia e muore

  • Coronavirus, impennata dei contagi in Sicilia (+578) e 10 morti: a Catania 154 nuovi casi

  • Gestivano piazze di spaccio e furti di carburante nel Catanese, 11 arresti

  • Voleva dimagrire, muore dopo una settimana di prodotti sostitutivi: indagati due medici

  • Aumento esponenziale dei casi di Coronavirus, Randazzo è zona rossa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
CataniaToday è in caricamento